11 agosto 1980, strage di Ponte Cetti. La commozione di chi non dimentica i due carabinieri-eroi trucidati dai terroristi rossi

Dal cocente asfalto di quell'11 agosto 1980 ad oggi, è rimasto un monito: chi muore per difendere lo Stato e la legalità non muore mai

1441
Commemorazione Cuzzoli Cortellessa

Commemorazione Cuzzoli CortellessaÈ stato un abbraccio. Un lungo abbraccio quello dato questa mattina dalle autorità e da tutta l’Arma dei Carabinieri a Pietro Cuzzoli e Ippolito Cortellessa. Nel marmo duro della targa posta a Ponte di Cetti, penetrano i ricordi.

Onore e rispetto a loro. Pietro Cuzzoli e Ippolito Cortellessa, assassinati in servizio dai brigatisti. Dal cocente asfalto di quell’11 agosto 1980 ad oggi, è rimasto un monito: chi muore per difendere lo Stato e la legalità non muore mai. Vive e rivive nelle coscienze di chi, come loro, crede che ci possa essere un’Italia più giusta.

Oggi, 11 agosto 2019, nel 39esimo anniversario dell’eccidio dei due Carabinieri ad opera dei terroristi di Prima Linea, molta gente, più degli anni scorsi, è intervenuta alla cerimonia, per ricordare loro e chi ha perso la vita al servizio dello Stato.

Piena la chiesetta di Ponte di Cetti, affollato il piazzale. La cerimonia si è svolta, dalle ore 10, alla presenza delle autorità. Presenti fra gli altri S.E. il prefetto Giovanni Bruno, il vice sindaco Enrico Maria Contardo, l’onorevole Mauro Rotelli, il sindaco di Caprarola Eugenio Stelliferi, il Comandante della Legione Carabinieri Lazio, Generale di Brigata Marco Minicucci, la vedova, i figli e i nipoti di Pietro Cuzzoli, tanti illustri rappresentanti dell’Arma. Presenti anche il Comandante Provinciale dei Carabinieri Giuseppe Palma, altri rappresentanti dell’Arma, dell’esercito, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, dell’ Associazione Nazionale Carabinieri.

Dopo la Messa solenne, una corona d’alloro è stata posta davanti alla targa che ricorda l’eccidio ed è stata omaggiata da Sua Eccellenza il Prefetto, dal Comandante della legione Lazio e dalla vedova di Pietro Cuzzoli.
Momento intenso e commovente. Onore, rispetto e ricordo per compie fino all’ultimo, fino all’estremo sacrificio, il proprio dovere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui