La soddisfazione del presidente Quadrani

Recupero affreschi, siglata convenzione tra “Amici di Bagnaia” Unitus

83

Ancora una volta la convenzione, stipulata dalla Associazione Amici di Bagnaia-arte e storia con la Facoltà di Beni Culturali dell’Università della Tuscia, ha dato risultati eccellenti per Bagnaia con il recupero di importanti affreschi, portati alla conoscenza di un pubblico specializzato grazie al lavoro svolto per una tesi di laurea.

Lo racconta in una nota il presidente dell’associazione Aldo Quadrani.

“Già nel novembre 2021 la ormai dottoressa Ramona Bocci si era laureata discutendo la tesi sull’affresco della sala Riario a Palazzo Gallo a Bagnaia “Una donna vestita di sole” (Apocalisse 12.1), restituendo all’antica bellezza un’opera di grande risalto artistico.
Martedì 6 giugno, una nuova tesi di laurea ha avuto per oggetto il Palazzo nobiliare di Bagnaia.
Lo studente ed oggi dottore Riccardo Vettraino, con una votazione di 110 e lode, ha brillantemente discusso la laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali, con una tesi su: “Il restauro del fregio a grottesca e dei dipinti sulla parete del camino nella sala Riario di Palazzo Gallo”. Un affresco di particolare leggiadria che purtroppo il tempo ma soprattutto la mano dell’Uomo aveva particolarmente deturpato. Lo studio e l’attenzione del neo dottore Vettraino, supportato dalle relatrici alla tesi professoresse Valeria Valentini e Claudia Pelosi, hanno riportato l’affresco al suo splendore rivelando particolari quasi perduti.
Un’opera d’arte restituita alla sua magnificenza ed accompagnata da una tesi di laurea che ha illustrato le tecniche e i passaggi del lavoro svolto, facendo ben comprendere il percorso per riportare a vita un così importante dipinto”.

“Il grazie di Bagnaia all’Università della Tuscia, ai suoi professori e agli studenti – conclude Quadrani – che hanno permesso di riscoprire tesori artistici che accrescono la bellezza del nostro Borgo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui