14.600€ di sanzione per aver sfruttato “in nero” la manodopera di 5 stranieri

I lavoratori non avevano neanche il permesso di soggiorno

309

I Carabinieri di Roma hanno avviato una serie di controlli congiunti con i militari della Stazione Forestale di Roma e con il personale specializzato dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro, finalizzati al controllo dei cantieri edili insistenti nel territorio di competenza.

In questo contesto, nel corso di una delle ispezioni effettuate ieri, i militari hanno constatato che in un cantiere della zona di Casalbertone, il titolare di un’azienda edile – un cittadino polacco di 53 anni – stava operando lavori sfruttando la manodopera di 5 cittadini stranieri risultati “in nero”. Durante le verifiche, inoltre, è emerso che 3 di questi erano anche sprovvisti di permesso di soggiorno, motivi per cui, oltre alla maxi-sanzione amministrativa dell’importo di 14.600 euro, nei confronti del 53enne è scattata anche la denuncia a piede libero ai sensi dell’art. 22 del decreto legislativo nr. 286 del 25/07/1998 (Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui