Guerra in Ucraina, giorno 338 | Il bilancio del violento attacco missilistico di giovedì. I danni peggiori a Kiev

Guerra in Ucraina, giorno 338 | Il bilancio del violento attacco missilistico di giovedì. I danni peggiori a Kiev

Giovedì l’esercito russo ha lanciato 55 missili contro l’Ucraina e le difese aeree ucraine ne hanno intercettati e abbattuti 47, ha annunciato il comandante in capo delle forze armate ucraine, Valeri Zaluyni. Venti dei missili hanno preso di mira la capitale Kiev, che è stata attaccata anche con droni in mattinata. L’ultimo bilancio degli attacchi è di 11 morti e 11 feriti. Sempre giovedì, gli Stati Uniti hanno designato il gruppo Wagner come “organizzazione criminale transnazionale” e l’Occidente ha annunciato che la maggior parte dei carri armati promessi sarebbe arrivata in Ucraina entro la fine di marzo.

AIEA: Esplosioni sentite vicino alla centrale nucleare di Zaprojie durante gli attacchi di giovedì

Il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA), Rafael Grossi, che ha visitato l’Ucraina la scorsa settimana, ha dichiarato che gli osservatori dell’AIEA hanno segnalato forti esplosioni vicino alla centrale nucleare di Zaporozhye, occupata dai russi, durante gli attacchi di giovedì, riporta il Guardian. Grossi ha nuovamente chiesto la creazione di una zona di sicurezza intorno all’impianto.

CATEGORIES
Share This