A 24 anni dalla tragica scomparsa il ricordo di Raffaele Giorni è ancora vivo

Il gruppo consiliare di Fratelli d'Italia ha presentato una mozione per intitolare un parco il memoria di Raffaele

3861

Sono passati già 24 anni da quel tragico pomeriggio in cui perse la vita Raffaele Giorni. Una vita stroncata a soli 19 anni in una domenica che doveva essere di festa.

Il 21 gennaio del 1996, Raffale era con la sua ragazza Erika e alcuni amici al Kaos, discoteca che si trovava al Poggino e che la domenica pomeriggio era il ritrovo di tanti ragazzi e ragazze. Lì l’incontro sfortunato con Massimo Campisi, militare bresciano dell’Aeronautica arrivato da pochi giorni a Viterbo, suo coetaneo, che quel giorno aveva deciso di uscire con un coltello in tasca e di usarlo.

La scintilla scattò all’interno del locale, Raffaele intervenne per difendere la sua ragazza, infastidita dal militare, ma sembrava un diverbio come tanti, finito ancora prima di iniziare.

Invece no, fuori la discoteca il giovane viterbese fu accoltellato al petto da Campisi, che aveva continuato a serbare rancore per una futile discussione, che lo ha portato a compiere il folle gesto.

Il ricordo di quella vita spezzata così prematuramente è ancora vivo, amici e concittadini ricordano il giovane Raffaele anche sui social, con amore e vicinanza. Andrea scrive: “Non dimenticare …. dopo 1 mese è ovvio, dopo un anno è normale, ma dopo 24 anni solo pochi ricorderanno. Non importa”. Invece sono molti tengono viva la memoria di Raffaele, ragazzo nel fiore degli anni, con una passione per la politica e una spiccata voglia di fare.

Il gruppo consigliare di Fratelli d’Italia ha presentato una mozione per commemorarlo e per tenerne acceso il ricordo attraverso l’intitolazione di un parco, una targa, lapide o un cippo commemorativo. Si legge nel documento: “Raffaele Giorni era un viterbese innamorato della vita e della sua città con la voglia di contribuire a migliorarla anche attraverso il suo impegno quotidiano nella politica. Raccogliendo e facendo propri i sentimenti dei viterbesi, chiede al Sindaco e alla Giunta di procedere all’intitolazione di un parco in ricordo di Raffaele Giorni”.

Caro Raffaele, i viterbesi non dimenticano i propri figli, neanche dopo 24 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui