A Civitavecchia il Natale arriva al suono delle Pastorelle

La tradizionale manifestazione ha portato in strada la notte del 23 migliaia di persone per ascoltare i canti della festività

320

Natale all’insegna della tradizione a Civitavecchia dove la sera dell’Antivigilia si è ripetuto l’immancabile appuntamento con le Pastorelle. Gruppi di persone hanno allietato la sera e la notte del 23 dicembre portato nelle vie del centro e della periferie le canzoni e la musica del Natale.

La tradizionale manifestazione si è aperta come sempre in Cattedrale dove i gruppi hanno iniziato ad esibirsi sull’altare alle presenza del vescovo monsignor Luigi Marrucci, del sindaco Ernesto Tedesco e della presidente della Fondazione Cariciv (sponsor storico) Gabriella Sarracco. Poi le Pastorelle, tra cui gruppi storici e formazioni più recenti di giovani e meno giovani, hanno cominciato a diffondere i brani del Natale in una città illuminata e gremita di persone.

Un clima di gioia e serenità al suono di “Tu scendi dalle stelle”, “Bianco Natale”, o “Jingle Bells” e “Felis Navidad” per una tradizione antica che pare affondi le sue radici addirittura nel 1861 e che ha sempre caratterizzato il Natale di Civitavecchia. L’unico anno in cui non si sentirono i suoni delle Pastorelle fu infatti il 1943 quando la città venne bombardata durante il secondo conflitto mondiale e la maggior parte dei suoi abitanti andarono sfollati nei paesi limitrofi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui