A Natale i bambini riscoprono il fascino intramontabile di Paperino

225

Siete preoccupati perché il Covid minaccia di farvi trascorrere il Natale in casa? Un anti-supereroe potrebbe regalarvi qualche momento di serenità.
Donal Duck, in arte Paperino, appare per la prima volta il 9 giugno del 1934 nel cartone “La gallinella saggia”.

Ideato dal geniale disegnatore Carl Barks, Paperino è un papero bianco vestito alla marinara, che abita e vive a Paperopoli con tre nipotini, una fidanzata ed uno zio straricco ma talmente tirchio da vivere come un plebeo. Paperino è l’anti-Topolino, l’altro principale personaggio della scuderia Disney: quanto Topolino è vincente, fortunato e astuto tanto Paperino è sfortunato, perdente e sempliciotto; eppure riesce sempre a spuntarla e a salvare i cent dello zio fanta-miliardario. Nelle strisce a fumetti Paperino entra in scena qualche mese più tardi come spalla di Topolino (Mikey Mouse) ma il successo induce presto gli autori a separare le due carriere ed è così che il papero più famoso del mondo comincia a brillare di luce propria. Mix piumato di Fantozzi e Totò che tuttavia riesce a sfangarla meglio di Superman a Metropolis, Paperino diviene presto il più simpatico ed amato personaggio del circo disneyano e l’anti-eroe per antonomasia; il transfer in cui noi modesti spettatori di quell’immaginario mediatico popolato da vip, magnati e capi di partito, proiettiamo e ci liberiamo delle nostre frustrazioni di italiano medio; meglio Paperino che postare su facebook o Instagram.

Un saluto dalla nostra redazione; Uack!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui