A.P.S. Cosmopolitan, l’apprendimento come mezzo di inclusione sociale

L'associazione nasce dalla volontà di creare uno spazio di aggregazione adatto a tutti.

142

Dal primo giugno di quest’anno è presente a Viterbo un’associazione attenta a promuovere i diritti della persona e convinta che una cultura dello “stare bene insieme” faccia la differenza nella vita quotidiana. Questa associazione è la A.P.S Cosmopolitan. Abbiamo incontrato la sua presidente Sara Cappuccini.

“La nostra associazione nasce dalla volontà di creare uno spazio di aggregazione adatto a tutti, privo di barriere architettoniche e mentali, un ambiente ricco di armonia e di stimoli in cui potersi esprimere liberamente – racconta – Promuoviamo, infatti, la cooperazione, il raggiungimento dell’autonomia e l’espressione dell’originalità individuale. Lo facciamo attraverso laboratori didattici, creativi ed espressivi per tutte le età”.

L’Aps cosmopolitan è un luogo di ritrovo per tutti. Uno spazio che dedica, ad esempio, attenzione al supporto extrascolastico, in particolare volto ai ragazzi con Bisogni Educativi Speciali o Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Organizza laboratori linguistici adatti a tutte le età, anche quello di italiano per stranieri al quale partecipa, attualmente, un gruppo di rifugiati politici, con lo scopo di abbattere le barriere linguistiche e facilitare, così, l’inclusione.

“Le nostre attività – mi dice la presidente – nascono per alimentare la creatività, coltivare gli interessi e valorizzare i talenti di ognuno creando relazioni di supporto, fiducia e ascolto. Il nostro fiore all’occhiello è senz’altro potenziare le competenze psico-socio-affettive e le abilità manuali attraverso la personale rappresentazione di sé e del mondo”.

Nonostante la giovanissima età dell’associazione diversi già i progetti e le collaborazioni in attivo, per citarne alcune, gli orti solidali di Viterbo, il Comune di Ronciglione, l’Unione Italiana Sport Per tutti di Viterbo.

“Stiamo realizzando con la UISP il programma FITS “Fostering Integration Trough Sport”, che ha come obiettivo l’inclusione dei rifugiati attraverso lo sport ed è aperto a tutti coloro a cui è stato riconosciuto questo status. Sono previste per loro sessioni di allenamento gratuite in vari ambiti sportivi, come l’atletica leggera e la pallavolo, in cui, oltre poter fare esercizio fisico, grazie all’inserimento in squadre miste, è possibile esercitare la lingua e creare relazioni di supporto fiducia e ascolto”.

Aps cosmopolitan vuole far sì che l’apprendimento diventi un’esperienza attiva, che possa seguire i tempi e i ritmi personali di ognuno.

Per tutte le info https://apscosmopolitan.altervista.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here