A Rieti la ricerca c’e, venerdì il rinnovo della convenzione del CeCaReP

443
Rieti

Rinnovata la convenzione del Ce.Ca.Re.P, progetto nato grazie all’ALCLI e Sabina Universitas.

Attivo dal 2016, in tre anni ha realizzato importanti studi per la comunità sulla prevenzione oncologica e venerdì 22 marzo a Palazzo Dosi, la firma per una nuova convenzione e la presentazione di progetti futuri.

Alle ore 14.30 di venerdì, presso Palazzo Dosi, Piazza Vittorio Emanuele II, si svolgerà l’incontro per il rinnovo della convenzione del Centro Oncologico di Ricerca e Prevenzione della Provincia di Rieti (Ce.Ca.Re.P., Center for Cancer Research and Prevention) con la Sabina Universitas.

Durante l’evento interverranno le diverse professionalità che hanno collaborato, a vario titolo e in differenti ambiti, alla realizzazione dei progetti del centro oncologico.

Saranno presenti ricercatori e professori provenienti dai Dipartimenti di Medicina Sperimentale e di Sanità Pubblica e Malattie Infettive dell’Università di Roma “Sapienza”, dal Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologiche dell’Università degli Studi dell’Aquila e dal Dipartimento di Agricoltura, Ambiente e Alimenti dell’Università degli Studi del Molise.

Gli illustri relatori presenteranno quanto è stato realizzato nei tre anni precedenti e ciò che si intende portare avanti nel corso del prossimo triennio.

Nato da un progetto congiunto tra ALCLI “Giorgio e Silvia” e Polo Universitario di Rieti “Sabina Universitas”, il Ce.Ca.Re.P., è entrato ufficialmente in funzione nel Gennaio del 2016, a seguito della firma di un’apposita convenzione.

L’Alcli, che opera da oltre 30 anni al fianco dei malati oncologici, ha sempre investito molto sulla ricerca che è l’unico strumento per prevenire e salvare vite umane.

Il Centro è stato istituito con lo scopo di realizzare studi pre-clinici e clinici in ambito oncologico, che apportino un significativo contributo alla comunità scientifica nell’elaborazione di nuove strategie terapeutiche. Tali ricerche, inoltre, potrebbero rappresentare per la ASL territoriale e le associazioni di volontariato, il punto di partenza nell’organizzare campagne di prevenzione e screening specifiche per le patologie neoplastiche più diffuse nella provincia di Rieti.

L’evento è aperto al pubblico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui