A “Rigenera” e “Archeoares” il Premio “Le Avanguardie del Turismo nel Lazio”

Le candidature al Premio pervenute sono state ben 44, così suddivise per provincia: 20 di Roma, 8 di Viterbo, 7 di Latina, 5 di Frosinone e 4 di Rieti e si focalizzano sulla promozione del territorio in generale abbracciando i più diversi rami del settore

0
118
Segui
( 0 Followers )
X

Segui

E-mail : *

Assegnati questa mattina presso la Sala del Consiglio della Camera di Commercio di Roma i premi Le Avanguardie del Turismo nel Lazio“, riservati alle imprese più innovative nel settore della filiera allargata del turismo.

Per la Tuscia il prestigioso riconoscimento è andato a due imprese di Viterbo: “Rigenera” con menzione speciale per l’innovazione, per la country house “Bio&B Italyke” totalmente ecosostenibile e realizzata con tecniche di bioedilizia e materiali naturali, e ad “Archeoares” con la menzione speciale “racconto del territorio” per la sua attività culturale e turistica.

Le candidature al Premio pervenute sono state ben 44, così suddivise per provincia: 20 di Roma, 8 di Viterbo, 7 di Latina, 5 di Frosinone e 4 di Rieti e si focalizzano sulla promozione del territorio in generale abbracciando i più diversi rami del settore: dal green all’artigianato, dall’editoria al digital, dalla ristorazione ai T.O., dal ricettivo ai musei, dagli alloggi tipici all’e-commerce, dai borghi più belli d’Italia ai tour con realtà virtuale aumentata, dal rifugio di montagna alla property management, dalla software house allo street food, dall’archeologia alla profumazione industriale per biancheria per hotel.

Il riconoscimento Le Avanguardie del Turismo nel Lazio” rientra nel Progetto Fondo di Perequazione promosso da Unioncamere e realizzato da Unioncamere Lazio, con il supporto tecnico scientifico di ISNART e la collaborazione delle Camere di Commercio del Lazio, tra cui quella di Viterbo. L’obiettivo del Progetto è quello di contribuire a rendere maggiormente competitiva l’offerta turistica regionale attraverso la programmazione e le analisi sugli ecosistemi delle destinazioni turistiche, già definite nei Piani Regionali, per realizzare una “Mappa delle Opportunità” in grado di fornire ai sistemi d’impresa nuove chiavi di sviluppo valorizzando il loro ruolo nel “ciò che manca”, e le conseguenti potenzialità di sviluppo nei diversi ambiti territoriali, e nel contempo andando ad individuare le migliori pratiche di gestione d’impresa per fornire alle imprese strumenti operativi per migliorare il loro posizionamento competitivo.

A tutte le aziende partecipanti è stata assicurata ampia visibilità attraverso il catalogo “Le

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here