A un anno dalla scomparsa, ricordiamo il luogotenente dei Carabinieri Augusto Gioiosi

187
carabinieri

È passato un anno dalla morte del luogotenente dei Carabinieri Augusto Gioiosi – addetto e poi Comandante del Nucleo Informativo – dal 2009 a Viterbo dopo una lunga permanenza all’Ufficio Operazioni del Comando Generale dell’Arma; una grave perdita per l’Arma del Carabinieri e per la città di Viterbo.

Il Luogotenente prestava servizio presso il Roni, del Comando Provinciale dei Carabinieri. Aveva 57 anni.
Sposato con Paola, aveva due figli. Era una persona gioviale, socievole e goliardica.

Gioiosi era conosciuto da tutti in città. Semplice nei modi, gentile, onesto, pronto a mettersi a disposizione degli altri per il bene della comunità.

Diligente e preciso sul lavoro, amava l’Arma dei Carabinieri, che serviva con assoluta dedizione e impegno. Era stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana dall’ex prefetto di Viterbo Antonella Scolamiero, nel 2015, per benemerenze acquisite verso la Nazione nell’impegno della sua carica pubblica e per il servizio prestato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui