A Viterbo il Festival dedicato all’arte del videomaking

L'appuntamento è domani, dalle 11 alle 19, nello “Spazio Attivo”

77

Si tiene oggi, dalle 11 alle 19, nello “Spazio Attivo” di Viterbo, “Flare – io creo video”, festival dedicato all’arte del videomaking, organizzato da videomaker, per videomaker. Un evento, un festival, una giornata di confronto sull’evoluzione della produzione video in ambito commerciale e video.
L’evoluzione e l’accelerazione data delle nuove tecnologie digitali hanno modificato i processi di produzione e i mercati di riferimento dell’audiovisivo ponendo nuove sfide alle figure professionali coinvolte. I professionisti hanno bisogno di testare nuove tecnologie e nuovi processi, confrontarsi, formarsi. Flare in pratica raccoglie questa esigenza: un luogo di confronto, un laboratorio dinamico dove i videomakers professionisti possono incontrarsi, dove gli appassionati o chi si sta avvicinando a questo settore possono formarsi e infine un luogo anche di
test delle nuove soluzioni tecnologiche presenti nel mercato.
L’edizione viterbese edizione sarà dedicata alla documentazione di viaggio audiovisiva con i registi Marco Saverio Loperfido e Marco Leopardi, alla conoscenza dell’audio alla produzione del videomaker con Gilberto Martinelli (della Lamba s.r.l.), ai nuovi linguaggi offerti dal web con Giacomo Nencioni (docente di cinema e storytelling all’Università della Tuscia) e infine allo storytelling con riprese aeree con il videomaker Bruno Sisti in arte “Druno”. Gli spazi saranno anche allestiti per poter testare le attrezzature audiovisive e la giornata si chiuderà con un networking-aperitivo per facilitare conoscenze e possibili collaborazioni.
Ad organizzare l’evento un gruppo di professionisti viterbesi del settore, quelli dell’Hubstract-Made for Art in partnership con lo Spazio Attivo, Lambda srl, Asff film festival e la sponsorship di Audiotime.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui