A Vitorchiano arriva “Green”, la guida del fare bene per tutti i cittadini

Il depliant del Comune contiene notizie utili a diventare cittadini consapevoli dell'importanza di gestire bene il ciclo dei rifiuti.

190

Nella cassetta delle lettere dei cittadini residenti a Vitorchiano, il postino in questi giorni ha inserito un depliant, dal titolo “Vitorchiano porta a porta”, e poi “Green, la guida del fare bene”, fatto stampare a cura del Comune. Tutto nasce con il conferimento allo stesso, di un riconoscimento durante il Tuscia Green Lab, tenutosi a Capranica lo scorso 17 maggio. Infatti, il Comune di Vitorchiano, si è distinto per essere uno dei primi comuni, ad introdurre la tariffazione puntuale dei rifiuti, nella provincia di Viterbo.

In soldoni, questo nuovo sistema prevede un calcolo della Tari, composto da una base fissa e una variabile, calcolata sulla quantità di secco conferito. Naturalmente per adottare il suddetto sistema, il Comune ha dovuto dotare i cittadini di mastelli codificati con bar-code, mentre gli operatori del porta a porta, hanno ricevuto in dotazione le apparecchiature idonee a rilevare il nome dell’utenza, e la quantità conferita. Il depliant del Comune non si limita solo a questo, ma contiene notizie utili a diventare cittadini consapevoli dell’importanza di gestire bene il ciclo dei rifiuti. Tra l’altro al suo interno c’è la notizia dell’acquisto di una “Stazione di conferimento dei rifiuti” per i non residenti. La stessa è stata acquistata con il contributo della Rete d’Imprese Air Vitorchiano.  La guida, poi in neretto avverte: “Quello che stiamo realizzando insieme è un paese modello, e questa guida, oltre ad illustrare ciò che è stato già fatto, ci mostrerà come possiamo ancora crescere insieme”. Al suo interno un foglio spiega anche come fare per lo smaltimento di pneumatici fuori  uso. Spiegando che l’ecocentro non può ritirare le “gomme” e che, in caso di acquisto si deve chiedere il contestuale ritiro dei vecchi, a chi ci ha venduto i pneumatici nuovi.

vitorchiano peperino in fiorePoi ci sono molti suggerimenti del tipo: acquistare prodotti con pochi imballaggi; utilizzare prodotti ricaricabili o alla spina; minimizzare l’acquisto di prodotti usa e getta; scegliamo prodotti con un basso impatto ambientale, che al termine del loro utilizzo possano essere facilmente recuperati, riusati o riciclati. Infine c’è la notizia che tutti conosciamo ma che è bene ricordare: lo spreco alimentare è nemico dell’ambiente e del portafoglio. Per gli scarti alimentari il Comune di Vitorchiano consegna a chi ne fa richiesta, con la formula del comodato d’uso gratuito, le compostiere. Da questi contenitori, seguendo i consigli del depliant, si può ottenere compost di qualità, a costo zero. Che dire? Il sindaco Ruggero Grassotti sta lavorando molto bene e i cittadini se ne stanno accorgendo. Noi che vediamo tante realtà compresa quella del capoluogo, facendo un confronto, ci accorgiamo che a Viterbo manca questa voglia di fare, e di fare bene.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui