Abbandonata a sé stessa, la palestra comunale è ormai un luogo per fantasmi

Nell'ottobre del 2014 l'allora Giunta Comunale targata Leonardo Michelini, assieme al consigliere con delega dello sport Sergio Insonnia, convocarono una riunione, presso le sali parrocchiali della chiesa di Santa Barbara, per presentare il progetto della palestra comunale che si sarebbe insediata verso via dei Tarquini.

921
La palestra "abbandonata" di Santa Barbara

Oscar Wilde in una delle sue opere narrava di un fantasma che si aggirava lungo i corridoi della sua abitazione mentre Antoni Gaudí, per sua scelta, non finì mai la sua maestosa opera della Sagrada Familia a Barcellona. Beh invece, nella vecchia/nuova palestra di Santa Barbara non troviamo né il mitico fantasma di Canterville e non possiamo definirla neanche un’opera incompiuta come quella di Gaudì: abbandonata letteralmente a sé stessa!

Nell’ottobre del 2014 l’allora Giunta Comunale targata Leonardo Michelini, assieme al consigliere con delega dello sport Sergio Insonnia, convocarono una riunione, presso le sali parrocchiali della chiesa di Santa Barbara, per presentare il progetto della palestra comunale che si sarebbe insediata verso via dei Tarquini. Un progetto che fece discutere gli abitanti del quartiere sia perchè era accanto alle storiche querce della zona e anche perchè con la mentalità di queste terre “periferiche” non sarebbe stata utilizzata a dovere. Non c’è da dimenticare che invece per alcuni era una nuova opportunità da affiancare con tutti gli impianti sportivi tra il campo scuola, baseball e rugby presenti da più di vent’anni nel “quartierone”.

Il progetto partì, la costruzione si fece ma…venne interrotto. Motivo? Tante le ipotesi a partire dal pavimento dove sotto la costruzione continuano ad emergere le radici delle querce e per la mancanza dei bagni per i disabili. L’altr’anno dopo l’elezioni che hanno visto la vittoria del centro – destra capeggiata dall’attuale Sindaco Giovanni Arena si cercò di riavviare il tutto ma altri furono i presunti problemi che non fecero ripartire il progetto tra ordinanze e delibere che mancherebbero per l’apertura della palestra “fantasma”.

Al giorno d’oggi tutto tace… e la struttura è abbandonata a sè stessa senza permettere più la visione del panorama che esisteva precedentemente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui