ACCADDE OGGI -13 APRILE DI MEMORABILIA: per i cinefili gli Oscar del ‘64; per gli sportivi, quando l’aristocratico golf diventa sport vero

184

Il 13 aprile è una giornata da segnare sul calendario degli amanti dei segnalibro epocali; soprattutto per i cinefili e per gli sportivi.
Per i cinefili il 1964 è l’anno di due eventi memorabili.

Il 1964 è l’anno in cui Federico Fellini conquista il suo terzo Oscar. Dopo l’Oscar per “La strada” (1957), l’incredibile itinerario lungo le strade dell’umanità minore della provincia italiana del dopoguerra della strana coppia formata dal rude Zampanò-Antony Quinn e dalla naïf Gelsomina-Giulietta Masina, in sella a uno strepitoso triciclo a motore (terzo attore dopo i due protagonisti umani), girato quasi integralmente nell’appartata Bagnoregio; dopo quello per “Le notti di Cabiria” del 1958, il 13 aprile 1964, esattamente 57 anni fa, arriva il terzo premio Oscar per “Otto e mezzo”, dedicato al miglior film straniero. L’Oscar per il miglior film straniero, nel 2020, è stato convertito nell’Oscar per il miglior film internazionale.

In quella stessa circostanza, al grande attore americano di colore Sidney Poitier è assegnato l’Oscar per il miglior attore, per la parte interpretata ne “I gigli del campo”. Ma probabilmente tutti lo ricorderanno per le parti nei celeberrimi “Indovina chi viene a cena?”, recitato insieme a colonne del cinema mondiale come Spencer Tracy e Katharine Hepburne e “La calda notte dell’ispettore Tibbs” (1967), insieme all’altrettanto grande Rod Steiger.

Ma c’è un altro importante 13 aprile che brilla negli annali: nel 1997, esattamente 24 anni fa, l’americano di colore Tiger Wood, all’età di 21 anni, si aggiudica la 61-esima edizione del prestigioso Master Tournament di golf, oggi l’unico dei Major del golf a disputarsi nello storico green dell’Augusta National Golf Club della Georgia (USA). Con Tiger Wood il golf entra nell’età adulta; transitando da passatempo per ricchi dilettanti bianchi a sport professionistico per atleti dalla concentrazione e dai nervi d’acciaio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui