ACCADDE OGGI – 26 LUGLIO 2013: MUORE J.J. CALE, IL GENIALE AUTORE DEL TULSA SOUND

199

Avete ballato sulle eccitanti vibrazioni di “Cocaine” interpretata da Eric Clapton? Non tutti sanno che il celeberrimo pezzo di “Slowhand” viene dal riadattamento di una morbida dondolante canzone composta da John Weldon Cale; per tutti J.J. Cale (la seconda “J” gli fu aggiunta per evitare confusioni con il John Cale dei “Velvet Underground”, il leggendario gruppo di Lou Reed).
Nato il 5 dicembre del 1938 a Oklaoma City ma formatosi a Tulsa, sempre nello stato dell’Oklaoma, J.J. Cale è un musicista davvero unico nello scenario rock internazionale: introverso e riservato, è l’esatto contrario della “rockstar” e tuttavia conta decine di milioni di estimatori in tutto il mondo; tra questi giganti come Neil Young, Eric Clapton, Mark Knopfler e altri.
Molti sono i gruppi che hanno reinterpretato le sue canzoni; tra queste “Cocaine” e “After Midnight”, portate al successo da Eric Clapton (e viceversa).
Insieme agli studi formali, da giovanissimo impara a suonare la chitarra; ma J.J. Cale non si ferma agli strumenti, studia anche le nozioni basilari dell’ingegneria acustica e dell’elettronica e realizza anche un rudimentale studio di registrazione. Questo gli permetterà un controllo completo della filiera della canzone: dall’ideazione, alla composizione di testo e musica sino all’esecuzione e registrazione. In diversi suoi pezzi suona tutti o quasi tutti gli strumenti che poi mixa abilmente.
Ma la vera cifra identitaria di Cale è il suo stile musicale: un originale mix di rock, country, blues e jazz reso in forma di tenui melodie e morbidi ritmi che accarezzano piacevolmente l’orecchio dell’ascoltatore. La voce non è il classico flusso verbale supportato dall’accompagnamento strumentale ma è perfettamente integrata nel tessuto musicale. Un suono che verrà denominato “Tulsa sound”.
J.J. Cale non ha certamente composto le sue canzoni per questo ma i suoi rilassanti ritmi funzionano ottimamente anche come musico-terapia (come tutta la buona musica).
Della sua vita privata si sa pochissimo, tranne che è stato sposato fino alla morte con la musicista Christine Lakeland.
J.J. Cale muore all’età di 74 anni a causa di un arresto cardiaco il 26 luglio di otto anni fa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui