ACCADDE OGGI 28 DICEMBRE 1895: I FRATELLI LUMIÈRE EFFETTUANO LA PRIMA PROIEZIONE CINEMATOGRAFICA DELLA STORIA DAVANTI A UN PUBBLICO PAGANTE; L’ATTO DI NASCITA DEL CINEMA

130

Il cinema è un’arte ma alla base di quest’arte vi è una tecnologia e l’Ottocento è il secolo in cui questa tecnologia si è andata progressivamente sviluppando e perfezionando. Nella sola Gran Bretagna di quegli anni si contano almeno 350 brevetti di dispositivi cinematografici ma, come accade nella competizione biologica, soltanto i più forti sopravviveranno; in questo come in altri casi il parametro capace di stabilire la “forza” di un’invenzione è quello economico.
Il geniale inventore USA Thomas Edison aveva inventato il “kinetoscopio”, un dispositivo che, come altri analoghi, era basato sulla tecnica delle fotografie visualizzate in rapida successione in modo da dare l’illusione del movimento ma l’osservazione avveniva per il tramite di un visore individuale; quindi uno spettatore per volta. Una tecnologia perdente rispetto a quella della proiezione su schermo davanti ad un ampio pubblico pagante e il kinetoscopio resterà per sempre una curiosità tecnica.
Ai fratelli francesi Auguste Marie (1862-1954) e Louis Jean (1864-1948) Lumière va il merito di aver saputo scegliere la soluzione tecnologicamente ed economicamente vincente: piccole fotografie (fotogrammi) riportate su una pellicola (film) continua scorrente trainata da un meccanismo a cremagliera, in grado di visualizzare 25 fotogrammi al secondo davanti a un potente proiettore capace di inviare le immagini ingrandite su un ampio schermo. Il tutto concentrato in una scatola di legno facilmente trasportabile.


Il resto del procedimento visivo lo compiono l’occhio e il cervello dello spettatore che dai fotogrammi proiettati in rapida successione traggono l’illusione del movimento.
Il vantaggio della macchina messa a punto dai Lumière era che poteva funzionare sia in ripresa che in riproduzione.
Il 13 febbraio 1895 i Lumière brevettano il loro gioiello, che chiameranno “cinématographe” e il 13 marzo iniziano le riprese di quello che può essere considerato il primo film dell’era cinematografica: “La Sortie de l’usine Lumière” (L’uscita dalle officine Lumière”).
Il 28 dicembre di 126 anni fa, al Salon indien du Gran Café di Parigi, si tiene la prima proiezione cinematografica a pagamento della storia.
Incoraggiati dal grande successo dell’iniziativa i due fratelli iniziano un tour mondiale, toccando Londra e New York. Seguiranno le proiezioni del terrificante “L’Arrivée d’un train en gare de la Ciotat” e la prima commedia comica cinematografica della storia: “L’Arroseur arrosé” (L’innaffiatore innaffiato).
il resto è cronaca.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui