ACCADDE OGGI 5 LUGLIO: NASCE IL BIKINI MODERNO

114

Considerato erroneamente un indumento moderno, quello che noi chiamiamo “bikini” compare in affreschi e mosaici di epoca greca e romana, in taluni casi risalenti ad almeno 1400 anni prima di Cristo.

Le cronache riconducono l’invenzione della versione moderna del celebre costume al sarto francese Louis Réard, presentato ufficialmente il 5 luglio di 75 anni fa ma alcune fonti fanno risalire la nascita a Jacque Heim, che avrebbe presentato alcuni mesi prima un suo prototipo denominato “Atome”; probabilmente per le (allora) piccole dimensioni. Le medesime fonti raccontano che Heim, non riuscendo a trovare una modella disposta ad indossarlo in pubblico, ricorse ad una spogliarellista.

L’accostamento “atomico” compare anche nel nome: “Bikini” era l’adattamento anglosassone di “Pikinni”, il nome di un atollo di 36 isolette appartenente alle isole Marshall, nel pacifico del continente Oceania, nel quale gli americani stavano effettuando alcuni esperimenti nucleari. La denominazione “bikini” unificava l’allusione alle piccole dimensioni a quella di “esplosione” nei costumi occidentali.

Grazie anche a celebri “interpretazioni”, come quella di Marilyn Monroe in uno scatto del 1946, di Brigitte Bardot nel 1953 a Canness e Ursula Andress in “Agente 007-licenza di uccidere” del 1962, il bikini ha conquistato il mondo.

Il bikini moderno è stato inventato dal sarto francese Louis Réard a Parigi nel 1946 (introdotto ufficialmente il 5 luglio). Il nome richiama l’atollo di Bikini nelle Isole Marshall, nel quale negli stessi anni gli Stati Uniti conducevano esperimenti nucleari: Reard riteneva che l’introduzione del nuovo tipo di costume avrebbe avuto effetti esplosivi e dirompenti. Il modello di Reard rifiniva il lavoro di Jacques Heim che, due mesi prima, aveva introdotto l’Atome (così chiamato a causa delle sue dimensioni ridotte), pubblicizzato come il costume da bagno più piccolo al mondo. Reard rese l’Atome ancora più piccolo, ma non riuscì inizialmente a trovare una modella che osasse indossarlo. Finì quindi per ingaggiare come modella Micheline Bernardini, spogliarellista del Casino de Paris.

Oggi sempre più ridotto, il bikini fa ancora immaginare e sognare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui