ACCADDE OGGI 5 MAGGIO 1949: NASCE IL CONSIGLIO D’EUROPA

54

La ricorrenza del 5 maggio ci offre l’opportunità di fare chiarezza e distinguere tra tre entità che condividono la medesima radice terminologica dotate tuttavia di storia e funzioni alquanto diverse: il Consiglio d’Europa, il Consiglio dell’Unione europea e il Consiglio europeo; tre denominazioni simili per tre organismi differenti.

Il “Consiglio d’Europa” del quale ricorre oggi il 73° della costituzione è organismo diverso e distinto dall’Unione Europea (UE) alla quale afferiscono i noti 27 stati membri.
Il Consiglio d’Europa consta di 46 stati membri che hanno aderito a uno specifico distinto trattato: il trattato di Londra del 5 maggio 1949 e persegue finalità eminentemente umanitarie e civili; tra queste il mantenimento della pace essendo stato costituito pochi anni dopo la fine della seconda guerra mondiale sulla spinta degli orrori di quel conflitto deflagrato nel cuore dell’Europa.
Il Consiglio d’Europa ha sede a Strasburgo (Francia) nello storico “Palazzo d’Europa”, struttura nella quale, dal 1977 al 1999, è stato ospitato anche il Parlamento europeo.

Diversamente dal precedente, il “Consiglio dell’Unione europea” è un importante organo incardinato nell’organizzazione istituzionale dell’Unione Europea dei 27, detto talvolta “Consiglio dei ministri europei” in quanto formato da un ministro per ciascuno stato membro, competente nella materia di volta in volta trattata (ad esempio agricoltura, istruzione etc.); conseguentemente il Consiglio dell’Unione europea ha una composizione variabile in ragione delle materie all’ordine del giorno.
È titolare di diversi importanti poteri tra i quali quello legislativo, in condivisione con il Parlamento europeo e per questo è detto talvolta “seconda camera” (o “camera alta”) come è per gli stati fondati sul bicameralismo (come lo stato italiano, dotato di Senato e Camera dei deputati).
Altre importanti attribuzioni del Consiglio dell’Unione europea sono il coordinamento delle politiche economiche ed estere e delle attività giudiziarie, la stipula degli accordi internazionali, l’approvazione del bilancio UE etc.

Il “Consiglio europeo” è anch’esso organo incardinato nell’organizzazione istituzionale dell’Unione Europea (UE) ma con funzioni e composizione diverse.
Il Consiglio europeo è formato dai capi di stato/governo degli stati membri; attualmente è presieduto dal primo ministro belga Charles Michel; per l’Italia è presente il primo ministro Mario Draghi.
Il Consiglio europeo ha il compito di definire le priorità e gli indirizzi politici dell’UE e si riunisce anch’esso nel Palazzo d’Europa ma dispone di una sede secondaria nel palazzo di Bruxelles intitolato all’importante filosofo, umanista e studioso di diritto fiammingo Justus Lipsius (1547-1606).

Per completezza è utile ricordare altre importanti istituzioni dell’UE:
a) il “Parlamento europeo”, con sede a Strasburgo per le sessioni plenarie e a Bruxelles per le commissioni (il segretariato generale ha sede in Lussemburgo); l’attuale presidente, dopo la scomparsa di David Sassoli, è la maltese Roberta Metsola;
b) la “Commissione europea”, che è organo esecutivo, con sede principale a Bruxelles nel celebre “Palazzo Barlaymont”; attuale presidente è la tedesca Ursula von der Leyen
c) la “Banca centrale europea” (BCE) con sede a Francoforte, titolare della politica monetaria della cosiddetta “eurozona”, ossia l’insieme dei 19 paesi che hanno aderito all’euro; ha sede presso l’Eurotower di Francoforte ed è attualmente presieduta dalla francese Christine Lagarde (Mario Draghi è stato presidente dal 2011 al 2019);
d) la Corte di giustizia dell’Unione europea (CGUE), con sede in Lussemburgo; ha la funzione di garantire l’osservanza e la conformità del “diritto comunitario” dirimere le eventuali controversie interpretative dei trattati fondativi dell’UE.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui