ACCADDE OGGI – 8 giugno 1955: nasce Tim Berners-Lee, l’inventore del web

146

Una storia particolare quella di Timothy John Berners-Lee: l’autore di una della più grandi invenzioni di tutti i tempi, il W.W.W (World Wide Web), è sconosciuto ai più. Tutti abbiamo letto nei libri di storia del tedesco Johannes Gutenberg che, nel 1455, inventò la versione occidentale della stampa a caratteri mobili e di Guglielmo Marconi, inventore della telegrafia senza fili e Premio Nobel nel 1909; pochi invece, fuori della comunità degli studiosi informatici, coloro che sanno di Berners-Lee.

Tim Berners-Lee era un predestinato; figlio di accademici britannici, a 21 anni, nel 1976, si laurea in fisica ad Oxford e poco tempo dopo si costruisce da solo il suo primo computer.

Nel 1980 entra con un contratto di sei mesi al CERN di Ginevra, il più grande laboratorio di fisica del mondo, quello con il famoso LHC, il tunnel di 27 Km in grado di accelerare le particelle a velocità prossime a quelle della luce, oggi diretto dalla fisica italiana Fabiola Gianotti. Al CERN Tim Berners-Lee lavora alla possibilità di connettere e far dialogare i vari computer del grande laboratorio e sviluppa “Enquire”, il primo prototipo di quello che anni dopo diventerà il WEB; ma non pubblica né brevetta nulla.

Dopo una pausa di quattro anni, nel 1984 ritorna al CERN con una borsa di studio; qui concepisce l’idea di un’architettura globale fra computer, conia l’espressione World Wide Web (W.W.W) e nel 1990 e scrive il celebre Httpd (Hypertext Transfer Protocol Daemon), ossia il programma software che, in automatico, è in grado di far dialogare un computer “server” (diciamo “centrale”) con computer “client” (periferici).

Nel 1991 realizza, al CERN, il primo sito web del mondo.

Sfortunatamente, né al CERN né nell’Unione Europea comprendono in pieno l’importanza del lavoro di Berners-Lee; diversamente, dall’altra parte dell’Atlantico, ne afferrano immediatamente l’importanza e Tim passa al celebre MIT, il Massachusetts Institute of Technology di Boston dove, nel 1994, istituisce il World Wide Web Consortium (W3C).

Da allora cominciano ad arrivare riconoscimenti: il Premio Marconi nel 2002 e il “premio Millennium Technology” de 2004. Nello stesso anno riceve il titolo di “sir” da Elisabetta d’Inghilterra.

Queste le parole di Berners-Lee ad un convegno a Roma del 2011: “dobbiamo iniziare a parlare di diritto all’accesso al web e di diritto a non essere spiati. Internet deve restare gratis, aperto e neutrale”.

Un vero autentico “Sir”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui