Ad Acquasanta terme un convegno sulla storia e attualità del rischio sismico nell’Appennino centrale

Il Festival valli e montagne Appennino centrale 2019 organizza la seconda edizione del Convegno dal titolo “Storia e attualità del rischio sismico nell’Appennino centrale".

479
rieti

Il Festival valli e montagne Appennino centrale 2019 organizza la seconda edizione del Convegno dal titolo “Storia e attualità del rischio sismico nell’Appennino centrale”, con la collaborazione di ODV valledelsalto.it, ODV Gruppo per la storia dell’energia solare, Circolo Stella della Laga, Comune Acquasanta Terme, Ordine degli Architetti PPC Ascoli Piceno, e con il Patrocinio della Regione Marche e della Provincia di Ascoli Piceno. Il convegno si terrà sabato 23 marzo 2019 ad Acquasanta Terme (Ascoli Piceno) a partire dalle ore 8.45.

La prima edizione si è tenuta a Cittaducale a chiusura del Festival 2017, per riflettere, dopo la sequenza dei terremoti del 2016-2017, sul problema della sismicità dell’Appennino centrale. La scelta di tenere l’incontro a Cittaducale non fu casuale. Nel mese di marzo del 1915 infatti, due mesi dopo il catastrofico terremoto della Marsica, l’ingegnere Venceslao Amici (deputato dal 1909 al 1919 del collegio elettorale del circondario di Cittaducale) illustrò nel Parlamento del Regno d’Italia cosa avrebbe dovuto essere fatto per fronteggiare gli eventi sismici.

A tal fine illustrò una serie di azioni da mettere in campo, dalla realizzazione di una carta generale d’Italia con la rappresentazione della storia dei terremoti, a nuove norme per la costruzione e ricostruzione, prendendo ad esempio quanto già si faceva al tempo in altri paesi come Giappone, e la creazione di un ufficio centrale del terremoto. “La nostra stessa esistenza, quella delle nostre future generazioni, l’avvenire sociale, industriale, economico del nostro amato paese ci obbliga a fare qualunque sacrificio pur di allontanare o almeno alleviare quanto è più possibile le conseguenze del terremoto” sosteneva l’ingegnere Amici.

Questa seconda edizione del Convegno, ha l’obiettivo di ricordare Venceslao Amici nel suo comune di nascita, proseguire l’approfondimento dei temi presentati a Cittaducale, ed esaminare la Legge Pirozzi  sulle “Norme in materia di prevenzione e riduzione del rischio sismico”. Seguirà infatti una tavola rotonda a cui parteciperanno diversi esperti del settore. Tra questi Domenico Liberatore, Ingegnere Civile e Professore Ordinario presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Roma “La Sapienza”, Giacomo Tempesta, Professore di Scienza delle Costruzioni presso il Dipartimento di Architettura (Dida) dell’Università degli Studi di Firenze, Anna Casini, Vicepresidente Regione Marche e l’onorevole Sergio Pirozzi, Presidente della XII Commissione Regione Lazio – Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, ricostruzione che illustrerà la legge regionale che porta il suo nome.

Per informazioni sul programma del convegno e su come raggiungere il luogo dell’incontro visitare il sito www.vmcentroitalia.it.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui