Addio al maestro Ennio Morricone, autore delle più belle colonne sonore del cinema

216

Ennio Morricone, musicista, direttore d’orchestra e arrangiatore italiano, è morto in una clinica romana per le conseguenze di una caduta all’età di 91 anni.

Grazie al sodalizio artistico con Sergio Leone, padre dei film Spaghetti Western,
è iniziata la sua fama ed è proseguita con grandi collaborazioni: da Bertolucci a Carpenter.

Le musiche di Morricone sono state usate in più di 60 film vincitori di premi.
Ha vinto due primi Oscar, nel 2007 quello alla carriera; l’altro nel 2016 per la musica nel film The Hateful Eight di Quentin Tarantino che gli è valso anche il Golden Globe.

Morricone era nato a Roma il 10 novembre del 1928 e lascia un grande vuoto nel mondo della musica.
Studiò al Conservatorio di Santa Cecilia, a Roma, dove si diplomò in tromba. Scrisse le musiche per più di 500 film e serie TV, oltre che opere di musica contemporanea.

Avendo spaziato per un’ampia gamma di generi compositivi, che fanno di lui uno dei più prolifici e influenti compositori di colonne sonore di tutti i tempi, è considerato un autore eclettico e versatile.

Morricone ha vinto anche tre Grammy Awards, quattro Golden Globes, sei BAFTA, dieci David di Donatello, undici Nastri d’argento, due European Film Awards, un Leone d’Oro alla carriera e un Polar Music Prize. Ha venduto inoltre più di 70 milioni di dischi.

Era Accademico Effettivo dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e socio dell’associazione Nuova Consonanza impegnata in Italia nella diffusione e produzione di musica contemporanea. Il 26 febbraio 2016, gli è stata attribuita la stella numero 2574 nella celebre Hollywood Walk of Fame. Il 27 dicembre 2017 ha ricevuto l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.
Il mondo della musica perde uno dei suoi Maestri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui