Addio tasse comunali, Bigiotti: “Siamo i primi in Italia” 

Addio tasse a Bagnoregio, il comune della “Città che muore” ha ufficialmente azzerato tutte le imposte di sua competenza.

639
Civita di Bagnoregio

Addio tasse a Bagnoregio, il comune della “Città che muore” ha ufficialmente azzerato tutte le imposte di sua competenza. “Primi nella nostra provincia, primi in Italia”, annuncia il sindaco Francesco Bigiotti. “Orgogliosi di essere il comune italiano con le tasse comunali più basse di tutti”. 

Abbattute le addizionali Irpef e la Tasi su tutti gli immobili. L’Imu, invece, è ai minimi consentiti della legge, che non permette di azzerare del tutto l’imposta. A dire il vero, l’amministrazione si è già attivata per chiedere al governo di poterla abbattere completamente. Una richiesta che finora non ha trovato risposta. Nel frattempo, però, il Comune ha provveduto a rendere gratuiti molti dei servizi: il costo della mensa e lo scuolabus per i bambini, i parcheggi per i residenti e i passi carrabili. 

Merito del cosiddetto “modello Civita”, ideato e applicato dall’amministrazione comunale uscente. Un modello diventato sistema, il cui obiettivo è quello di mettere a disposizione dei residenti gli introiti derivanti dal ticket di ingresso per Civita di Bagnoregio. Il tutto rendendo gratuiti molti dei servizi che prima venivano pagati dai cittadini o supportati con l’applicazione delle stesse tasse di cui ora non c’è traccia. 

A rovinare la festa, però, potrebbe essere il commissariamento imposto dalla Regione: l’obiettivo è quello di traghettare Bagnoregio verso la gestione Talete per il servizio idrico, che da queste parti (e non solo) viene considerata “fallimentare”. Una gestione che con ogni probabilità finirà col quadruplicare il prezzo della tariffa dell’acqua offrendo contemporaneamente un servizio più scadente. A questo proposito, il vicesindaco Luca Profili ha promesso che la percentuale di aumento verrà restituita ai cittadini sotto forma di rimborso spese. Un’intenzione che è un impegno non facile da rispettare. Vedremo alla prova dei fatti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui