AEOPC FAVL Protezione Civile Viterbo: spesa, medicine, assistenza… il volontariato non si ferma

Abbiamo incontrato la presidente della realtà di volontariato che dalla sua nascita ad oggi ha dato il proprio supporto in tante situazioni critiche sia a livello locale che nazionale.

421

L’AEOPC FAVL Viterbo, l’associazione di Protezione Civile di Viterbo, nasce nel 2011 dalla volontà di un gruppo di volontari guidati allora come oggi da Cinzia Viglianti.

Abbiamo incontrato la presidente di questa realtà di volontariato che dalla sua nascita ad oggi ha dato il proprio supporto in tante situazioni critiche sia a livello locale che nazionale.

Persone fragili e anziane e chi in quarantena non è potuto uscire dalla propria abitazione per acquistare beni essenziali. In questo periodo di grande emergenza nazionale l’AEOPC FAVL Viterbo ha dedicato a loro il proprio operato e impegno.

“L’attività in emergenza è iniziata con il montaggio della tenda pre-triage presso l’ospedale Belcolle di Viterbo, in collaborazione con altre associazioni del Coordinamento Regionale AEOPC Italia – racconta Cinzia Viglianti – Per la città, consolidando la collaborazione con l’Emporio Solidale presente al quartiere Santa Barbara, abbiamo messo a disposizione i nostri mezzi e volontari per la consegna a domicilio di pacchi alimentari di carne, frutta e verdura a sostegno delle famiglie in forte difficoltà economica. A questo si è aggiunto un ulteriore servizio su richiesta dell’assessorato ai Servizi Sociali del Comune per la consegna, sempre a domicilio, dei buoni spesa a chi che ne aveva fatto richiesta. In questi mesi, ogni pomeriggio, due squadre di volontari si occupavano di tali attività”.

Il filo della solidarietà che ha unito l’associazione al territorio, anche solo per una parola di conforto, ha raggiunto tutta la provincia, in un’azione senza sosta durante un’emergenza senza precedenti.

“Abbiamo dato supporto, insieme ad altre associazioni, al Comune di Celleno nel periodo in cui era stato dichiarato zona rossa, stazionando in una postazione organizzata in prossimità del paese per dare informazioni a chi transitava su quella strada – continua la presidente – La missione del diffondere la cultura del volontariato ci ha fatto sentire ancora più vicini in questo periodo di emergenza sanitaria”.

Diverse e significative attività hanno rappresentato l’impegno, la dedizione e il lavoro instancabile e professionale dell’AEOPC FAVL Protezione Civile. Nell’elencarle ritroviamo il servizio svolto all’Aeroporto di Fiumicino, dove una squadra di quattro volontari ha partecipato allo scarico merci di un cargo di materiale sanitario da destinare agli ospedali della Regione Lazio.

Ed ancora, a livello regionale ogni mattina una squadra con due volontari è partita per Roma, destinazione magazzino regionale di Protezione Civile, per ritirare materiale sanitario da consegnare all’ospedale del nostro territorio, servizio che continua tutt’ora.

L’associazione non si è fermata e non si ferma grazie alla tanta energia dei suoi volontari. “Ci sono tante persone che hanno voglia di donare il proprio tempo per aiutare agli altri”, conclude la presidente.

E così l’AEOPC FAVL Viterbo ha percorso km su km, ha distribuito una quantità incalcolabile di pacchi alimentari, di materiale sanitario, di buoni spesa, con l’orgoglio e la consapevolezza di far parte di una grande squadra pronta a correre in supporto della propria comunità e di chi è in difficoltà.

Per tutte le informazioni www.aeopcfavlviterbo.altervista.org

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui