Dal 7 al 9 ottobre edizione virtuale del workshop turistico internazionale con oltre 1000 appuntamenti BtoB. Per la Tuscia intervengono 19 imprese turistiche.

Al Buy Lazio gli operatori turistici del Lazio incontrano i buyer internazionali

106
confimprese
La sede della Camera di Commercio di Viterbo

Al via mercoledì 7 ottobre la 23a edizione del Buy Lazio, Workshop Turistico internazionale, edizione speciale interamente on-line della durata di tre giorni, di incontri tra la domanda internazionale e l’offerta turistica della regione Lazio.

L’iniziativa è promossa e organizzata dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio del Lazio, dalle singole Camere di Commercio del Lazio tra cui quella di Viterbo, in collaborazione con l’Enit, la Regione Lazio, tramite l’Agenzia del Turismo, Roma Capitale e con il coinvolgimento delle Associazioni di categoria di settore.

Il Buy Lazio, prestigiosa iniziativa BtoB, si conferma come una straordinaria piattaforma di incontro d’affari dove viene valorizzato l’intero sistema turistico delle province del Lazio: dall’attrattiva turistica del vasto e ricco patrimonio storico, artistico, culturale e religioso, alle risorse naturalistiche e paesaggistiche, dal mare, alla montagna, alle coste, dai giardini ai parchi naturali, alle produzioni tipiche gastronomiche, ai prodotti turistici sportivi e d’affari.

Alla XXIII edizione partecipano: 77 Buyer, provenienti dai mercati europei, dal Nord America e dall’Asia; 145 Seller del Lazio espressione dei vari prodotti turistici. Tra gli operatori turisti della Tuscia saranno presenti 19 imprese: Agenzia di viaggi “Il grillo viaggiante”, Agri-resort e spa “Poggio di Montedoro”, Agriturismo “Casale Bonaparte”, Agriturismo “Podere Giulio”, “Antiquitates”, Bed & breakfast “Santa Rosa”, Borgo “Podernovo”, “Cappuccino” Tour operator, “Casa di bacco”, “Civico zero” Resort, “Domap”, “Park hotel”, Podere “Giovanni Olivo”, Relais “Sans Soucis” Hotel & spa, “A.t.i.”, “Terme Salus” hotel, “Torre del sole” Hotel & resort, “Try nature” tour operator, “Tuscialand” tour operator.

Nelle giornate del 7-8-9 ottobre si svolgeranno gli incontri BtoB tra Buyer e Seller gestiti attraverso la piattaforma telematica di agenda on-line, oltre 1.000 gli appuntamenti già registrati tra gli operatori partecipanti.

Analisi Buyer

La ventitreesima edizione del Buy Lazio fa registrare la presenza di 19 Mercati Esteri per un totale di 77 Buyer partecipanti.

La mappa geografica di provenienza dei Buyer si configura con la seguente ripartizione: Canada 8, Cina 3, Danimarca 2, Francia 3, Germania 3, Irlanda 1,

Italia 6, Giappone 9, Kazakhstan 1, Norvegia 1, Repubblica Ceca 6, Regno

Unito 1, Russia 12, Spagna 5, Svezia 2, Svizzera 1, Ucraina 2, Ungheria 4,

U.S.A. 7.

I Buyer che hanno già preso parte ad edizioni precedenti del Buy Lazio e che hanno consolidato i rapporti con l’offerta turistica del territorio rappresentano il 34% dei partecipanti, mentre l’elevato numero di nuovi partecipanti (pari al 66% dei Buyer invitati) testimonia che sono sempre di più i nuovi operatori interessati ad avviare e potenziare la programmazione turistica nel Lazio.

Per quanto riguarda il prodotto turistico, i Buyer hanno espresso delle preferenze sull’offerta dei Seller che possono essere così sintetizzate: tour operator incoming (11%), hotel 4 stelle (10%), hotel 5 stelle (9%), trasporti (9%), appartamenti/case vacanza (8%), castelli, ville e dimore storiche (7%), hotel 3 stelle (7%), DMC/PCO (4%), agriturismi (4%). Seguono le voci: bus operator (3%),

camping (3%) e centri conferenze (2%).

Analisi Seller

L’offerta turistica del Lazio, in questa edizione, è rappresentata da 145 Seller, con una proposta che riesce a presentare l’intero volto turistico della regione attraverso prodotti turistici personalizzati e rispondenti alle caratteristiche delle singole realtà provinciali.

I territori del Lazio presentano tematiche innovative e prodotti “forti” grazie alla presenza di qualificati operatori, così suddivisi: Roma (52%) Viterbo (14%), Latina (12%), Frosinone (8%), Provincia di Roma (8%), Rieti (6%).

Il Buy Lazio rappresenta un appuntamento irrinunciabile per il 61% dei Seller iscritti e, allo stesso tempo, una nuova straordinaria opportunità per il 39% di imprese che per la prima volta parteciperanno alla manifestazione.

La tipologia delle imprese del Lazio partecipanti in ordine di categoria è la seguente: tour operator (25%), hotel 4 stelle (18%), appartamenti/case vacanze (8%), DMC (8%), hotel 3 stelle (6%), trasporti (5%), hotel 5 stelle (5%), agenzia viaggi (5%), servizi turistici (3%), agriturismi (3%), centri conferenze (2%). Seguono le voci: ristoranti (2%), castelli (1%), scuola di cucina (1%), resort/camping (1%).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui