Al Castello di Santa Severa l’Arte di Strada si mostra tra eventi e convegni

Da oggi a domenica prossima al Castello di Santa Severa si tiene un evento dedicato all'arte di strada, promosso da TolfArte e da altri festival della regione Lazio.

396

Da oggi a domenica prossima al Castello di Santa Severa si tiene un evento dedicato all’arte di strada, promosso da TolfArte e da altri festival della regione Lazio. Oltre agli spettacoli e ai workshop, è in programma anche il convegno istituzionale fissato per domani alle 17,30.
“L’arte di strada rappresenta ormai un segmento importante del settore dello spettacolo dal vivo – commenta l’assessore alla cultura del comune di Tolfa Cristiano Dionisi – i numeri dimostrano inequivocabilmente il forte impatto che tali manifestazioni hanno a livello socio-economico. Esse sono un volano di crescita e sviluppo del territorio.
Le esperienze già presenti sono la prova di quanto i Comuni che ospitano questa tipologia di festival possano beneficiare in termini di ricaduta positiva sotto diversi punti di vista, da quello economico a quello socio-culturale e del turismo. E’ ormai riconosciuta l’efficacia di queste iniziative, da intendersi come veri e propri strumenti di marketing territoriale.
In questo contesto – prosegue l’assessore – che vede il settore in forte crescita, a parte qualche singola esperienza, ancora manca in Italia una sorta di meeting nazionale del settore: un appuntamento fisso, con cadenza annuale, che possa rappresentare un momento di confronto utile a sviluppare sinergie ed agevolare la crescita, garantendo al tempo stesso al pubblico un’offerta artistica di qualità.
L’evento di Santa Severa – conclude Dionisi – dall’incontro tra i festival finanziati dalla Regione “Spettacolo dal vivo – Festival di artisti di strada”, nello specifico TolfArte, Via di Banda e Carosello, vuole essere un primo passo verso un momento organizzativo e un coordinamento nazionale del settore”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui