Al Savi un nuovo progetto Erasmus sull’ecologia. Bugiotti: “Guardiamo alla dimensione europea”

285
erasmus
La dirigente scolastica Paola Bugiotti con gli studenti stranieri

La dirigente dell’ITE “Paolo Savi”, la Prof.ssa Paola Bugiotti, e la coordinatrice della “Dimensione Europea”, prof.ssa Anna Bravetti, sono appena tornate da Malta, dove si è concluso l’incontro iniziale del progetto Erasmus “Cultural and Natural Treasures to Be Preserved for an Inclusive and Sustainable Europe”.

La dirigente scolastica del Savi Paola Bugiotti commenta così l’esperienza di Malta: “Si è trattato di un incontro preliminare, durante il quale sono stati definiti i dettagli per l’ attuazione di un progetto che, in due anni, porterà gli studenti a fare esperienza in sei paesi europei, andando ad approfondire, in lingua inglese, tematiche ambientali e di sostenibilità. Sempre più il Savi sarà una scuola aperta alla dimensione europea – sottolinea la prof.ssa Bugiotti – e questo mi rende molto orgogliosa”.

Nel proseguire la vocazione europea dell’Istituto, il progetto Erasmus coinvolgerà gli studenti del Savi sul tema della sostenibilità ambientale e della preservazione del patrimonio naturale e culturale, portandoli a confrontarsi con studenti da Malta, Lettonia, Romania, Portogallo e Spagna.

bugiotti
Da sx: la dirigente scolastica del Savi Paola Bugiotti e la prof.ssa Anna Bravetti

Un impegno non solo sui temi caldi dell’ecologia e delle future generazioni, ma anche sull’accoglienza e sul confronto con realtà diverse e lontane dalle solite destinazioni; paesi “periferici” rispetto al cuore dell’Unione Europea, ma proprio per questo affascinanti nella loro diversità.

I progetti Erasmus, infatti, nascono proprio nell’ottica di connettere quei popoli che, vuoi per la lontananza, vuoi per il fatto di non risiedere in note mete turistiche, sembrano dimenticati o marginali. Invece, sono proprio queste le persone con cui bisogna confrontarsi, puntando ad abbattere i muri mentali e costruire una vera Europa dei popoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here