A darne l'annuncio il sindaco Stefano Bigiotti su Facebook

Al via le sanificazioni anche a Valentano

249

“Stamattina abbiamo provveduto alla disinfezione degli uffici pubblici comunali, dello scuolabus e dei mezzi utilizzati dai nostri operai. Stanotte si cercherà di sanificate tutte le strade di Valentano”. Inizia così il post del sindaco di Valentano Stefano Bigiotti su Facebook.

“Venerdì sera provvederemo nuovamente alla disinfezione, con duplici passaggi nei luoghi potenzialmente critici, così considerati perché più utilizzati (fronte banca, postamat, farmacia, alimentari ecc..).

Martedì, per la terza volta, effettueremo la disinfezione di strade e luoghi pubblici.
A seguire i plessi scolastici e nuovamente lo scuolabus prima che torni operativo.

Continueremo con le operazioni fintanto sarà utile per garantire la salute pubblica in questo momento difficile.
Si tratta però di attività cautelative e precauzionali.
L’UNICA VERA ARMA capace di impedire la diffusione del virus è lo stare a casa, senza cercare deroghe alle norme.

Abbiamo reso i controlli più serrati visti i tanti “atleti in erba”. Come anche a causa del numero elevato di anziani che ancora non si affida ai volontari della CRI e della Protezione Civile uscendo più volte al giorno per fare spesa.

Ringrazio i nostri volontari per il lavoro eccelso che stanno facendo, come ringrazio il Maresciallo Sampalmieri e tutti gli uomini del comando di Valentano, con cui quotidianamente ci aggiorniamo a tutte le ore del giorno e della notte per concertare le azioni da compiere.
Solo stasera durante le prima azioni di disinfezione erano presenti tre pattuglie sul nostro territorio e numerosi sono stati i fermi.
Ringrazio Evelina Ceccarelli per il lavoro che sta svolgendo, sia come vigile che come suap. Stiamo tutti affrontando turni massacranti per affrontare la situazione.

Dobbiamo però essere responsabili e avere rispetto per chi sta in strada o a lavoro negli uffici con spirito di abnegazione e servizio per garantire il funzionamento dello Stato in un contesto di pandemia.
La raccomandazione è unica: cercate di uscire il minimo indispensabile, non il massimo consentito!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui