ALCLI: a Pasqua come ogni anno tornano le uova colorate.

Il progetto “uova di pasqua”, da molti anni genera una vera catena della solidarietà con un dispiegamento di volontari su quasi tutti i comuni della provincia e la collaborazione di molti parroci della città

135
rieti

I volontari dell’ALCLI Giorgio e Silvia, in previsione delle festività pasquali, si sono organizzati per la tradizionale vendita di beneficenza delle Uova pasquali ormai entrate nelle abitudini dei reatini.

Il progetto “uova di pasqua”, da molti anni genera una vera catena della solidarietà con un dispiegamento di volontari su quasi tutti i comuni della provincia e la collaborazione di molti parroci della città che durante le proprie omelie segnalano l’iniziativa che da sempre supporta i​ più importanti servizi a favore dei malati oncologici, dal trasporto ai malati, all’assistenza domiciliare, all’accoglienza dei malati oncologici​ nella Casa.
Quest’anno ha dato il proprio sostegno al progetto la Scuola Interforze per la Difesa NBC di Rieti.​
Nel corso di una cerimonia tenutasi i primi di​ Aprile presso la Casa di accoglienza,​ è stato consegnato il ricavato della vendita delle uova pasquali avvenuta all’interno della Caserma. Grazie alla sensibilità dimostrata dal Comandante della Scuola, Generale di Brigata Corbucci e di tutto il personale della stessa, sono state distribuite 121 uova corrispondenti ad un importo di euro 1210,00.
Con l’occasione, la rappresentanza dei militari ha potuto visitare la struttura dell’ALCLI.
-Vorrei ringraziare​ Il Comandante Corbucci e tutto il personale militare e civile della scuola per questo importante gesto di solidarietà, è importante la collaborazione tra le Istituzioni– ha evidenziato Santina Proietti​ che prosegue – Ringrazio anche tutti coloro che, con grande sensibilità d’animo, compreranno le Uova della Speranza, che per noi rappresentano un concreto sostegno a tutte le attività di assistenza e accoglienza per i malati​ e le loro famiglie e il mio pensiero di gratitudine va anche agli splendidi volontari che già da giorni stanno lavorando e distribuiranno su tutta la provincia le colorate UOVA e i parroci che con grande sensibilità hanno consentito la vendita all’uscita delle celebrazioni. -​
Delle semplici uova di cioccolata, non solo sono state mattoncini per la Casa d’Accoglienza consentendone la realizzazione, ma sono riuscite a portare luce e speranza all’interno delle famiglie dei​ malati oncologici.
La macchina organizzativa dei volontari si e’ attivata in tutta la provincia.​

Domenica 14 aprile sarà possibile acquistare le Uova della Speranza nelle parrocchie di Santa Rufina e Sant’Elia. Un ringraziamento ai parroci.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui