Alcli: siglato l’accordo!

292
Rieti

Ieri a Palazzo Dosi, si è svolto un incontro organizzato per il rinnovo della convenzione del Centro Oncologico di Ricerca e Prevenzione della Provincia di Rieti (Ce.Ca.Re.P. – Center for Cancer Research and Prevention) tra un pool di ricercatori, l’ALCLI Giorgio e Silvia e Sabina Universitas per altri 3 anni.

Un progetto congiunto tra l’associazione di volontariato e il consorzio universitario reatino nato nel 2016 per creare un vero polo di ricerca nella provincia di Rieti in grado di attrarre anche altre università e produrre risultati e studi importanti per la salute dei cittadini.

Alla giornata di studi, molte le autorità locali intervenute, tra cui il Vescovo di Rieti Mons. Domenico Pompili, l’Assessore ai Servizi Sociali, Giovanna Palomba e il direttore dell’ASL di Rieti, Dott.ssa Marinella D’Innocenzo.

“ Abbiamo sempre creduto che anche in una piccola provincia potesse nascere un autorevole centro di ricerca” – ha dichiarato Santina Proietti, Presidente dell’ALCLI – “Ringrazio tutti, le istituzioni senza le quali non potremmo fare nulla, i volontari e tutti I ricercatori presenti che operano all’interno del CE.Ca.Re.P, in loro ripongono la fiducia e la speranza i malati oncologici e tutti noi cittadini”.

Anche Vincenzo Regnini, in qualità di vice Presidente del Consorzio universitario, ha ribadito che l’università ha convintamente rinnovato per altri 3 anni il rapporto con il Centro oncologico grazie ai significativi risultati raggiunti.

“E’ tutto sotto controllo” – ha poi spiegato Regnini alla luce dei numerosi articoli allarmistici sulle sorti dell’ateneo – “Tutti noi vogliamo consolidare l’università e favorire progetti di ricerca così importanti. ”

Al termine del convegno, il Vice Presidente dell’ALCLI Emilio Garofani, ha ribadito che la giornata è stata molto importante per la città perchè testimonia una significativa unità d’intenti da parte di istituzioni ed enti nel sostenere la ricerca.

Il direttore del Cecarep, Prof. Vincenzo Mattei davanti ad una platea di medici, universitari, volontari e comuni cittadini, ha presentato velocemente l’attività del Ce.Ca.re.P ricordando che già dal 2004 all’interno della Sabina Universitas è operativo un laboratorio di medicina sperimentale voluto dalla Sapienza che ha prodotto 34 pubblicazioni scientifiche su prestigiose riviste internazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui