L'assessore regionale alla Sanità: "Noi siamo concreti, poche chiacchiere e tanti fatti"

Alessandra Troncarelli musa del Pd, anche D’Amato a Viterbo

98

Ad una manciata di giorni dal voto, non manca più nessuno all’appello: tutti, ma proprio tutti gli esponenti del Partito democratico sono corsi a Viterbo per sostenere la candidata sindaco Alessandra Troncarelli. Oltre a quelli locali, persino il segretario nazionale Enrico Letta era arrivato a Viterbo la scorsa settimana, convinto che la Troncarelli sia la migliore sindaco cui il capoluogo della Tuscia possa ambire. Così come il leader del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte che, sempre nei giorni scorsi, aveva fatto tappa a Viterbo,

Ieri è stata la volta dell’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. E non è cosa da poco perché, come ha sottolineato l’immancabile consigliere regionale Enrico Panunzi, l’ultimo titolare alla Sanità che si è visto da queste parti “fu Saraceni nel 2000”.

Teatro dell’incontro, moderato da Lina Novelli, le Terme dei Papi. “Alessandra Troncarelli rappresenterà la conquista della città e dei valori civili attraverso una visione moderna del territorio e dei servizi di integrazione socio-assistenziali. La sfida principale sarò quella di ridurre le disuguaglianze e noi saremo qui fino alla fine al suo fianco: andiamo avanti e ci vedremo al secondo turno”. Sintetico ma chiarissimo D’Amato che ha “tutti i motivi per sostenerla”. “L’emergenza sanitaria ci ha insegnato ad essere concreti – ha aggiunto – poche chiacchiere e tanti fatti”. Anche il consigliere Panunzi è convinto di avere i numeri: “Lo testimonia il lavoro svolto: abbiamo aperto l’ospedale di Acquapendente, il presidio di Belcolle si appresta a diventare Dea di secondo livello”. Ma una cosa deve essere chiara per Panunzi: “La prima cosa da fare è potenziare la macchina amministrativa, altrimenti i progetti non verranno mai realizzati. Se riuscissimo a distinguere i fatti reali dalla propaganda questo Paese sarebbe diverse”, ha concluso.

Poi è stata la volta della Troncarelli che ha rimarcato: “Siamo la squadra del fare: abbiamo 239 candidati che si stanno impegnando per dare il loro contributo alla città. Ascoltiamo i cittadini e e le loro esigenze svolgendo un lavoro che possa portare a risultati concreti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui