I casi nel mondo sono oltre 9700

Allarme coronavirus in Italia, due casi confermati a Roma. Conte: “Niente panico”

347

E’ lo stesso premier Giuseppe Conte ad aver confermato l’arrivo del coronavirus in Italia, con due casi accertati a Roma, dove due turisti cinesi sono stati ricoverati d’urgenza allo Spallanzani. Entrambi, è stato specificato, provenivano dalla città di Wuhan, il focolaio principale del virus.

“L’arrivo del coronavirus in Italia è un fatto abbastanza normale”, ha dichiarato in conferenza stampa il presidente del consiglio italiano, cercando di minimizzare il problema e rassicurando la popolazione: “Lo Spallanzani è la Bibbia in questo settore”.

La speranza di Conte è che la situazione resti arginata e non si generi il caos. Nel frattempo, tuttavia, sono stati chiusi completamente i traffici aerei con la Cina.

Il leader della Lega, Matteo Salvini, non si è lasciato sfuggire l’occasione per criticare il governo via Facebook, avanzando ancora il problema delle “frontiere aperte”.

🔴 CONFERMATI i primi due casi di coronavirus in Italia (due turisti cinesi), CHIUSO il traffico aereo con la Cina,…

Pubblicato da Matteo Salvini su Giovedì 30 gennaio 2020

In Cina, intanto, il virus mette sempre più paura, con i casi di contagio che salgono a oltre 9700 e i morti a 213. Gli italiani rientrati da Wuhan con il corridoio aereo, sono ora in quarantena presso la cittadella militare della Cecchignola, a Roma sud.

L’OMS, l’Organizzazione Mondiale per la Sanità, ha dichiarato l’allarme massimo: “L’emergenza è globale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui