Adesso è affittato per eventi pubblici e aperto alle visite

All’asta il castello di Luciano Gaucci a Torre Alfina

1135

VITERBO – Luciano(ne) Gaucci. Un nome che, di tanto in tanto, torna alla ribalta delle cronache viterbesi. Nonostante siano passati decenni dalla sua presidenza della Viterbese Calcio e nonostante sia passato a miglior vita nel febbraio 2020.
La notizia, adesso, è questa: il tribunale di Perugia ha deciso di procedere alla vendita del castello di Torre Alfina attraverso un’asta telematica in programma martedì 13 luglio, la cui base d’asta è 3milioni di euro.
Il castello è infatti inserito tra i beni del fallimento del Perugia calcio, avvenuto proprio all’epoca del patron Gaucci. Quella di Torre Alfina è la storica residenza in cui il vulcaninco presidente ospitava ufficialmente la squadra alla vigilia di ogni campionato negli anni Novanta.
Qui, narrano le cronache, vennero presentati Nakata e Gheddafi jr.
In vista dell’asta, il sindaco di Acquapendente, Angelo Ghinassi, si è fatto avanti per chiedere all’indirizzo della Regione Lazio di acquisire l’immobile e pare che la Pisana abbia mostrato concreto interesse. Attualmente il castello di Torre Alfina è affittato per eventi pubblici e aperto alle visite, quindi non versa in condizioni precarie e non necessita di investimenti importanti per la ristrutturazione. Presenta tuttavia dei vincoli in base ai quali non potrà mai diventare un ristorante o un albergo. La sua destinazione, insomma, sarà sempre turistica e di promozione culturale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui