Amatrice, Bufacchi torna in campo per sostenere Fontanella

Massimo Bufacchi, dato fino all'ultimo per candidato sindaco di Amatrice, torna in campo, garantendo non solo piena adesione al progetto, ma di accettare la proposta di assumere, in caso di vittoria, l’incarico di assessore esterno

0
337

Massimo Bufacchi, dato fino all’ultimo per candidato sindaco di Amatrice per poi tornare sui suoi passi a pochi giorni dall’ufficializzazione della lista, lasciando il posto ad Antonio Fontanella, torna in campo, garantendo non solo piena adesione al progetto, ma di accettare la proposta di assumere, in caso di vittoria, l’incarico di assessore esterno.

A tal proposito dichiara “Al fine di dissipare ogni dubbio sull’assetto definitivo della compagine amministrativa della Lista ‘Ricostruiamo Insieme’ guidata da Antonio Fontanella, ritengo opportuno precisare che:

Aldilà delle ragioni che mi hanno indotto a rinunciare alla mia candidatura, riconfermo la mia piena adesione al progetto che, sottolineo, è stato condiviso da tutti, e la fiducia nei confronti dei candidati della Lista, a partire dal Candidato Sindaco.
Dopo seria riflessione, ho accettato la proposta insistente dello stesso Fontanella, di assumere, in caso di vittoria, l’incarico di Assessore esterno, con deleghe alla Salute ed all’Organizzazione degli Uffici e dei Servizi Comunali, anche perché ne avevo fatto promessa ai giovani, contestualmente al ritiro della mia Candidatura”. E rincara: “Vorrei ricordare che tutti noi abbiamo sottoscritto un Programma amministrativo in cui ci riconosciamo totalmente, aldilà dei ruoli e delle funzioni svolte, e che ha un unico obiettivo quello di far rinascere il nostro territorio. Come recita la Costituzione in un articolo di solito citato solo per i “diritti”, “Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società” (art.4),indipendentemente da onori e cariche.”

Infine Bufacchi tiene ad evidenziare che: “Tutti noi siamo consapevoli dell’importanza strategica del coinvolgimento dei cittadini per le decisioni più importanti della vita della nostra Comunità, e che, in tal senso un ruolo fondamentale potranno assumerlo le Consulte, che istituiremo con apposito Regolamento Comunale.

Credo che tutti coloro che amano la nostra terra, residenti e non, sentano il bisogno di partecipare ad una nuova stagione della speranza, caratterizzata dal superamento delle divisioni e da un rinnovato spirito di coesione, per trattare, a testa alta, con le Istituzioni e per chiedere, con fermezza, che gli impegni presi subito dopo il Terremoto siano onorati”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here