Così il neo primo cittadino civitonico spiega perché ha avocato a sé la delega

Ambiente, Giampieri: “E’ un settore delicato che necessita dell’attenzione del sindaco”

153

“Riprendiamo da dove abbiamo interrotto”. E’ la dichiarazione, rilasciata alla nostra testata, da Luca Giampieri nella serata in cui l’esito delle urne lo ha incoronato nuovo sindaco di Civita Castellana.

Infatti Giampieri, già all’indomani della vittoria, si è messo subito al lavoro.

Nell’immediato con le scuole e al contempo per formare la squadra assessorile, che ha presentato a una sola settimana dalle elezioni. 

Ha assegnato le deleghe, avocando a sé quelle dell’Urbanistica e dell’Ambiente. La classica ‘patata bollente’, soprattutto quest’ultima che è stata una delle principali cause della caduta della precedente amministrazione.  

Perché ha scelto di tenersi la delega all’Ambiente?

“Perché capiamo l’importanza della delega e di tutto ciò che ruota intorno. Ho deciso di tenerla io per sviluppare al meglio quella che è la situazione che verte su quel settore che necessita di essere potenziato. Il motore dell’ente va riorganizzato e in particolare questo settore che, al momento, soffre della mancanza di un capo area e di carenza di personale. Assegnare tale delega a un’altra persona nella situazione attuale sarebbe significato non metterla in grado di operare come invece può fare un sindaco. Magari quando tutto sarà sistemato, potrò anche decidere di dare la delega a qualcun altro”.

Le cave, in particolare Il loro riutilizzo, sono state al centro di un acceso dibattito. Lei cosa farà? 

“Nel nostro programma abbiamo previsto protocolli e progetti per il loro recupero con la creazione di centri per l’ippoterapia, per le arrampicate e anche dei laghetti. Un recupero nella piena tutela e conservazione dell’ambiente”.

Precedentemente si paventava un riutilizzo come possibili discariche o per impianti di trattamento rifiuti.

“Assolutamente no. Noi pensiamo che laddove sia soddisfatto il fabbisogno del territorio non debbano essere realizzati altri impianti”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui