Amianto abbandonato tra i rifiuti a Sutri: la replica del Comune

Dopo la denuncia sui social della minoranza, il Comune annuncia l'intervento di bonifica e smaltimento.

255

Amianto abbandonato tra i rifiuti a Sutri. E’ di qualche giorno fa la denuncia, sui social, del consigliere comunale Alessio Vettori che, con tanto di video e foto, ha documentato una situazione estremamente preoccupante in largo Fausto Coppi.

“A Largo Fausto Coppi è impossibile distinguere l’eternit/amianto…ormai sta diventando una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto…

 

 

 

 

 

 

 

In Viale Marconi (Ponti Scarrozzati) è tutto ancora lì…e la situazione sta peggiorando.”

Le segnalazioni del consigliere non sono rimaste inascoltate e si è unito l’appello dell’Isde-Medici per l’Ambiente, che ha chiesto alle istituzioni un intervento urgente.

“L ’Associazione medici per l’ambiente – Isde (International Society of Doctors for the Environment ) di Viterbo, ha ricevuto una segnalazione relativa alla presenza di rifiuti contenenti amianto e abbandonati, da diverso tempo, nel comune di Sutri e precisamente in via Marconi-imbocco ponti crollati- numeri civici 98,100-102-104-106, in via Fausto Coppi – in prossimità della palestra comunale- e in via Ciro Nispi Landi-in prossimità del supermercato Conad.

Come noto l’amianto è classificato quale elemento cancerogeno certo di classe 1 dall’Agenzia di ricerca sul cancro-Iarc e la dispersione delle sue fibre nell’aria, nel suolo e nelle acque rappresenta un rischio concreto per la salute delle persone esposte che possono   sviluppare il mesotelioma, una particolare forma di cancro anche a decenni dall’ esposizione a queste fibre cancerogene.

Per quanto sopra esposto si chiede di intervenire con la massima urgenza per la messa in sicurezza e la rimozione di tali rifiuti.”

Sulla questione è intervenuto anche il Comune che, con una nota, annuncia un intervento di bonifica in programma per oggi

REPLICA DEL COMUNE

Il Comune di Sutri pone chiarezza in merito allo smaltimento di alcuni rifiuti di eternit rinvenuti nel territorio comunale, fornendo un quadro specifico degli interventi effettuati e attualmente in corso, affinché non vi sia spazio per le consuete polemiche volte alla disinformazione.
Dopo il rinvenimento dell’eternit abbandonato, avvenuto lo scorso 5 gennaio, documentato da un post sulla pagina Facebook del Comune di Sutri, il giorno successivo, 6 gennaio, per iniziativa del vice sindaco Di Mauro, il corpo di polizia locale ha provveduto a inviare una mail al responsabile dell’Area Lavori Pubblici del Comune per attivare la procedura di smaltimento.

Il giorno 9 gennaio è stata contattata, dall’ufficio preposto, una ditta specializzata nella raccolta di rifiuti speciali, richiedendo apposito preventivo, a cui avrebbe fatto seguito un impegno di spesa. Il preventivo è stato accettato in data 17 gennaio.

Venerdì 24 gennaio, la ditta incaricata dal Comune, contatta gli uffici ASL di competenza SPRESAL per ottenere l’autorizzazione alla rimozione, che può avvenire solo dopo uno specifico sopralluogo dei tecnici ASL, alla presenza degli agenti della Polizia Locale, in cui è si rende necessario prelevare ed analizzare un campione dei materiali rinvenuti; intervento che si terrà domani, 4 febbraio (Oggi N.D.R.) . L’amministrazione, quindi, ha provveduto immediatamente ad avviare le procedure previste per legge affinché i rifiuti speciali vengano correttamente smaltiti.

“Chi specula sui ritardi nonostante abbia rivestito ruoli importanti nell’amministrazione o non conosce le procedure o è in totale malafede”, commenta il vicesindaco Lillo Di Mauro, “e speriamo si tratti di malafede…”

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui