Il coordinatore provinciale Fdi ammonisce: "Uniti, senza tentennamenti e senza sfilacciature"

Amministrative di primavera, Giampieri: “Il centrodestra deve presentarsi unito ovunque”

197

Le elezioni di primavera sembrano lontane, soprattutto nel contesto attuale in cui tutto sembra così precario, in cui si vive alla giornata o quasi.

Ma anche per evitare che il Covid sia l’unico pensiero attorno a cui girano le nostre vite, è opportuno – senza con ciò minimizzare l’emergenza e le misure per contenerla – anche allungare lo sguardo oltre.

Nella fattispecie alle mosse che si stanno predisponendo sullo scacchiere politico per le prossime Comunali.

Continuando con le forze di centrodestra oggi abbiamo sentito Massimo Giampieri, coordinatore provinciale Fratelli d’Italia.

“Ci stiamo muovendo sul territorio con i nostri rappresentanti, c’è parecchio fermento. Ci stiamo predisponendo cercando le persone giuste che sappiamo essere presenti nei territori interessati dai rinnovi comunali”.

Tiene a sottolineare che “ancora non si parla di candidature, si punta sui programmi, sui progetti, si parla di persone che sono pronte a mettersi in campo anche con una struttura di classe dirigente, che magari è pure in prima linea e che potrebbe avere candidature”.

Una frase un po’ criptica che sembra lasciare intendere che in alcuni dei Paesi al voto potrebbero scendere in campo nomi pesanti della nomenklatura meloniana.

Sugli oltre 20 Comuni al rinnovo Fratelli d’Italia, naturalmente, punta ad esprimere qualche candidato a sindaco anche perché “siamo un partito che, probabilmente a livello provinciale, è ai vertici del centrodestra. Almeno stando agli ultimi sondaggi”.

“La nostra – prosegue Giampieri – è sempre stata una provincia in cui abbiamo espresso come Fdi, e precedentemente con le forze da cui proveniamo, una classe dirigente di vertice, con numeri notevoli”.

Per quanto riguarda il confronto con gli altri partiti di centrodestra, a parte un incontro interlocutorio, a breve si dovrebbe tenere un tavolo provinciale.

“La mia idea non è quella di partecipare a un tavolo provinciale per spartirsi qualcosa ma soltanto per ribadire la necessità di andare ovunque con un centrodestra unito, senza tentennamenti e senza sfilacciature”.

“E comunque – termina Giampieri – c’è tempo da qui alle elezioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui