Ance, Unindustria e Confartigianato: “L’Alta Velocità ad Orte rappresenta una svolta epocale, favorirà l’attrattività del territorio”

96
Ance Viterbo, Unindustria e Confartigianato orgogliosi della nuova fermata dell’Alta Velocità ad Orte che sarà attiva con il varo del nuovo orario estivo. Un vero passo in avanti per lo sviluppo del territorio della Tuscia.
“L’introduzione della fermata dell’Alta velocità a Orte – afferma Andrea Belli, presidente di Ance Viterbo – deve rappresentare un primo, essenziale passo avanti verso lo sviluppo infrastrutturale di cui la Tuscia ha assoluto bisogno. Quindi confidiamo che il lavoro comune con cui è stato possibile ottenere questo risultato venga svolto anche riguardo ad altre opere come la trasversale Orte-Civitavecchia, fondamentale per il rilancio del territorio viterbese e non solo, il cui completamento rientra nei piani del Governo e per il quale siamo in attesa di conoscere l’esito della sentenza del Tar, emessa ieri, che potrebbe sbloccare la situazione”.

“Con una coppia di Frecciarossa (uno al mattino da Roma e uno alla sera da Milano) che faranno scalo a Orte – prosegue il presidente Belli – questa novità è un’importante occasione per il territorio di Viterbo e provincia, ma anche per il Reatino e per l’Umbria – prosegue Belli – di connettersi con Milano e Torino in tempi molto più brevi, limitando i disagi con cui finora i viaggiatori hanno dovuto fare i conti. Siamo convinti che tutto ciò avrà indubbiamente ricadute positive sulle imprese e sul lavoro del nostro territorio, rendendolo più attrattivo dal punto di vista economico, turistico e abitativo”.

“Una svolta epocale per la Tuscia e porterà effetti benefici su tutto l’Alto Lazio – dichiara Sergio Saggini, Presidente Unindustria Area Territoriale di Viterbo – siamo di fronte ad un evento che aspettavamo da anni e sul quale Unindustria e tutto il sistema delle imprese si sono impegnati affinché si realizzasse. La fermata rappresenta un momento centrale per valorizzare il nostro territorio rendendolo più attrattivo e creando le condizioni per un maggiore sviluppo e occupazione. Abbiamo sempre sostenuto che le infrastrutture portino crescita e benessere: siamo quindi molto soddisfatti che un servizio fondamentale come l’Alta velocità si fermi ad Orte migliorando la vita di cittadini e imprese”.

“Un plauso va fatto al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti – continua Saggini – e ai vertici di Ferrovie dello Stato che hanno creduto fortemente nel progetto tanto da realizzarlo. La fermata di Orte è la realizzazione di un progetto inseguito a lungo e speriamo che sia di auspicio per il completamento di un’altra infrastruttura fondamentale come la Trasversale Orte – Civitavecchia”.

Anche il segretario provinciale di Confartigianato Imprese di Viterbo, De Simone, afferma che l’Alta Velocità rappresenta un primo importantissimo passo verso l’uscita del nostro territorio dall’isolamento infrastrutturale che lo affligge da anni.

“La lobby territoriale che si è battuta per questo obiettivo ha fatto la differenza – aggiunge – e credo sia doveroso ringraziare tutte le istituzioni coinvolte, ma in particolar modo l’onorevole Mauro Rotelli che si è impegnato fortemente per portare l’Alta Velocità nella Tuscia. Già nel consiglio comunale aperto che si tenne simbolicamente alla stazione di Orte il 14 novembre 2018 manifestammo il parere assolutamente favorevole di Confartigianato all’eventualità di una fermata del Frecciarossa ad Orte”, ricorda.

“Oggi l’Alta Velocita – puntualizza De Simone – nella nostra provincia è diventata realtà, e rappresenta un’opportunità senza precedenti di collegamento del nostro territorio, e anche della vicina Umbria, con le principali città italiane”.

“In un’ottica di servizio alle imprese e di accoglienza dei turisti – conclude – che in poche ore potranno raggiungere la nostra bella terra non possiamo che considerare questa novità come un miglioramento infrastrutturale fondamentale per la crescita della Tuscia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui