Non si svolgeranno neanche in questa edizione le due processioni del sabato sera e della domenica pomeriggio, anche se il programma di appuntamenti sarà comunque molto ricco

“Anche quest’anno viviamo, onoriamo la festa e rinnoviamo il Patto d’Amore con la Madonna della Quercia”

132

Viterbo rinnova il suo Patto d’Amore con la Madonna della Quercia nella seconda domenica di settembre. Anche quest’anno, causa Covid, in forma più “ridotta”, ma pur sempre sentita. Non si svolgeranno, infatti, le due processioni del sabato sera e della domenica pomeriggio, anche se il programma di appuntamenti sarà comunque molto ricco.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2021 hanno preso parte il sindaco di Viterbo Giovanni Arena, l’assessore alla Cultura e al Turismo Marco De Carolis, Don Massimiliano Balzi, rettore della Basilica Santuario Santa Maria della Quercia, Irene Temperini, responsabile eventi della Basilica Santuario, Don Emanuele Germani, direttore dell’ufficio comunicazioni sociali della Diocesi di Viterbo e Andrea De Simone, presidente di Confartigianato Viterbo.

“La celebrazione mostra il legame profondo con la città di Viterbo. – ha spiegato Don Massimiliano Balzi – I viterbesi nel 1467, segnati dalla peste, nel mese di agosto invocarono la liberazione, promettendo costruzione di una piccola cappella e la devozione a Maria Santissima se fossero stati esauditi. Il 20 settembre del 1467 con una grande processione i viterbesi stipularono questo patto d’amore con la Madonna della Quercia. Successivamente il giorno della festa fu spostato alla seconda domenica del mese. Quest’anno per il Covid non ci saranno le due processioni del sabato sera e della domenica pomeriggio, ma noi la festa la viviamo, onoriamo Maria Santissima e rinnoviamo questo patto d’amore”, ha aggiunto.

“I turisti di quest’anno non li abbiamo mai visti. – ha commentato Irene Temperini – La festività accresce i bei momenti di senso di appartenenza alla comunità, sia per i viterbesi che per far trovare a chi viene a visitare la città una cosa così bella”.

Don Emanuele Germani ha ribadito la centralità delle celebrazioni: “Per la Diocesi questa festa è la più importante, ma per me potremmo dire che Santa Rosa e la Madonna della Quercia sono i due momenti fondamentali del settembre viterbese”.

“Questa sarà la seconda festa con l’indesiderata compagnia della pandemia. – ha dichiarato De Simone – Che questo Patto sia un ringraziamento per un pericolo non ancora scampato, ma sicuramente ora possiamo guardare avanti con la testa in alto”.

L’assessore De Carolis ha evidenziato come il programma degli eventi sia aumentato rispetto al 2020. “Ciò vuol dire che stiamo uscendo da questa difficoltà, che ormai da un anno e mezzo ci sta cambiando la vita. Speriamo che il prossimo anno si possa tornare alle processioni, alla camminata della fede dei viterbesi verso la Basilica”.

Il sindaco Giovanni Arena ha poi concluso con queste parole: “C’è un parallelismo tra Santa Rosa e la Madonna della Quercia, è il recupero delle nostre tradizioni un po’ per volta, se pensiamo all’anno scorso abbiamo fatto molti passi in avanti. La Madonna della Quercia è uno dei momenti più importanti della mia attività di sindaco, con il rinnovo del Patto d’Amore. Un legame forte che la città vuole convintamente portare avanti”.

Il programma: Sabato 11 settembre alle 19 si terrà la Santa Messa, alle 21 il Santo Rosario e l’Atto di affidamento della Diocesi. Domenica 12 settembre ci saranno due messe, una alle 8.30 e una alle 12, mentre alle 10 si svolgerà la Messa Solenne, con la consacrazione del nuovo altare e la Benedizione del nuovo Ambone e della nuova Sede. Nel pomeriggio, alle 17.30, la Celebrazione del Patto d’Amore tra la Madonna della Quercia e la Città di Viterbo, alla presenza del vescovo Fumagalli e del sindaco Arena. In questa occasione interverranno anche i Gruppi degli Sbandieratori di Viterbo: Centro Storico, Pilastro e S. Rosa.

Il fine settimana successivo gli appuntamenti continueranno: sabato 18 settembre alle 16.30 si terrà la XVIII Rassegna polifonica Santa Maria della Quercia. La mattina di domenica 19 settembre, alle 10.30, seguirà la Santa Messa.

Le celebrazioni si concluderanno domenica 26 settembre, alle 16.30, con “La grande bellezza”, una visita guidata straordinaria al Complesso Monumentale di Santa Maria della Quercia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui