Anna Fendi “Madrina” del Carnevale di Ronciglione

Un tributo ed un riconoscimento da parte del Comitato Carnevale alla stilista e imprenditrice italiana Anna Fendi, che tanto ha dedicato a Ronciglione.

889
Anna Fendi madrina del carnevale di Ronciglione

Anna Fendi  “Madrina” del  famoso Carnevale di Ronciglione. Un gentile tributo ed un riconoscimento da parte del Comitato Carnevale alla stilista e imprenditrice italiana che tanto ha dedicato alla città di Ronciglione, culla della sua giovinezza.

“Condivido con questa cittadina  e i suoi abitanti una tradizione che vanta secoli di storia – afferma con orgoglio Anna Fendi – che fa parte di questo tessuto sociale e culturale che ricolma Ronciglione. Sono incantata per la creatività di questo Carnevale perché è un mosaico di frammenti che rappresenta il carattere dei ronciglionesi, un carattere con una forza e una grande professionalità perché solo così hanno potuto mantenere nei secoli questa grande tradizione. Sono felice che mi abbiano rappresentata in questo modo per condividere con loro questa bellissima 325esima edizione del loro Carnevale”. Con queste parole, cariche di amore per Ronciglione, Anna Fendi intramontabile Icona del lifestyle Italiano, ha salutato i suoi ospiti al  termine di una splendida giornata dedicata  a Re Carnevale, organizzata presso la sua residenza di Ronciglione “La Canonica dei Fiori”,   nell’ambito del “Carnevale di Ronciglione”.  A tutti è nota la passione e l’amore che Anna Fendi nutre per il borgo di Ronciglione e la dedizione con la quale cura la sua residenza, La Canonica dei Fiori, scrigno del suo più intimo passato, romantica dimora, oggi trasformata in affascinante Country House, incastonata nell’antica cittadina medievale.

Proprio all’interno della sua incantevole abitazione e del suo splendido parco, nel corso dei festeggiamenti del Carnevale di Ronciglione, Anna Fendi  ha celebrato la sua personale visione dei “Saturnali” proponendo un adattamento di “Alice nel Paese delle Meraviglie”, capolavoro di Lewis Carroll, in forma di “Teatro a Tavola” con “Le Meraviglie di Alice”. Una festa che, in modo giocoso, ha voluto per scacciare ed esorcizzare una stagione di disagi come l’inverno e propiziare l’arrivo della primavera.

Gli attori del “Teatro in Tavola” hanno brillantemente interagito con gli ospiti coinvolgendoli in un divertente “Tea di Matti” dove riferimenti psicologici e culturali, la dualità fra abitudine ed avventura, dimensione onirica e protagonisti inafferrabili hanno concorso a rendere questo grottesco ed esilarante intermezzo una sorta di metafora della vita celebrando il “mondo sottosopra” dove la meravigliosa Alice si è confrontata con una realtà in cui nome e regole sono capovolte.

I personaggi con abili coups de theatre hanno trascinato gli ospiti in un gioco di simpatici e divertenti indovinelli.

Il regista Antonio Centomani ha dedicato il suo prezioso e scherzoso intervento ad Anna Fendi con la partecipazione dei simpatici protagonisti, interpretati dai seguenti attori: Michelle Morell, Anna Vinci, Daniele Ferrari, Oscar Pomposelli e della cantante Miriana Bigi.

Scenografici e degni di particolare attenzione sono stati anche i costumi indossati dagli attori in quanto interamente realizzati con materiale da riciclo a cura di Sara Marchetti, con le scenografie di Antonio Missoni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui