Qualità dell'abitare e altri progetti di riqualificazione, finanziati con fondi ministeriali, ora fortemente ipotecati a causa dell'uragano Provinciali

Antivigilia di Natale a Viterbo, sotto l’Albero il ‘pacco’ della caduta del Comune

121

Altro che strenne natalizie e clima gioioso delle festività.

All’antivigilia di Natale, invece di dedicarci a incartare doni e alla corsa all’ultimo regalo, il tema di queste festività viterbesi è il ‘pacco avvelenato’ che la scelta di Forza Italia alle Provinciali ha fatto recapitare al sindaco, espressione del partito azzurro, e al Comune capoluogo.

Mentre procedeva lo scrutinio delle schede in Provincia, contemporaneamente si annodava un ‘fiocco’, una sorta di garrota, che avrebbe tolto il respiro all’esistenza dell’amministrazione Arena.

Oggi, davanti al notaio, con venti firme altrettanti consiglieri – di maggioranza e di minoranza – porranno ufficialmente il sigillo sulla caduta del Comune di Viterbo.

Al momento dal Palazzo nessuno ha voglia di commentare. Forse qualche dichiarazione arriverà dopo l’espletamento della pratica dal notaio.

Intanto però le Provinciali, oltre ad essere state l’innesco per la deflagrazione dell’amministrazione Arena, pongono una forte ipoteca su diversi progetti attinenti la riqualificazione della città, finanziati con decine di milioni di fondi ministeriali, e su quelli pronti ad essere cantierati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui