In zona bianca il "Green Pass rafforzato" - che si ottiene solo tramite vaccinazione o guarigione dal Covid - sarà necessario per accedere a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche e cerimonie pubbliche

Approvato il “Super Green Pass”: tutte le novità in arrivo dal 6 dicembre

88

Dopo le ipotesi trapelate nei giorni scorsi, ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato all’unanimità il decreto legge sul “Super Green Pass”.

Tante le nuove misure introdotte, che saranno in vigore dal 6 dicembre al 15 gennaio prossimo. La principale è che il “Green Pass rafforzato” si potrà ottenere soltanto tramite la vaccinazione o l’avvenuta guarigione da Covid e non più sottoponendosi a tampone. Inoltre, esso avrà una durata ridotta: non più 12 mesi, come previsto in precedenza, ma 9.

In zona bianca il Super Green Pass sarà necessario per accedere a a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche e cerimonie pubbliche.

Il certificato verde “base” sarà invece obbligatorio per alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale.

Ulteriori limitazioni della zona arancione saranno valide solo per chi non possiede il “Green Pass rafforzato”.

Dal 15 dicembre entrerà in vigore anche l’obbligo vaccinale per il personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo scolastico, militari, forze di polizia e soccorso pubblico. Le professioni sanitarie dovranno obbligatoriamente sottoporsi al richiamo a partire dalla stessa data.

La mascherina resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone portarla con sé e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti; restano invariate le tipologie e la durata dei tamponi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui