Aquae Tauri, avanti tutta grazie al lavoro della Società Storica

L'associazione guidata dal presidente Ciancarini ha festeggiato i 15 anni di attività con un nuovo libro dedicato al sito archeologico

224

Una sala convegni “Giusy Gurrado” della Fondazione Cariciv gremita ha fatto da cornice lunedì pomeriggio alla presentazione del libro fotografico dedicato a Salvatore Bastianelli “Le Terme, La Castellina e altri racconti”. Presentazione che è stata anche l’occasione per festeggiare il 15^ anno di attività della Società storica civitavecchiese.

Il secondo quaderno dedicato ad Aquae Tauri è stato scritto da Odoardo Toti e Glauco Stracci, proprio per celebrare l’anniversario, con uno dei cavalli di battaglia dell’associazione presieduta da Enrico Ciancarini, che da qualche anno si sta impegnando per ripulire e promuovere il sito archeologico che si trova a monte di Civitavecchia. Nel corso del pomeriggio si sono alternati gli interventi del presidente della Fondazione Gabriella Sarracco che ha donato all’Associazione un artistico crest in ricordo dell’anniversario e che ha ricordato il lungo rapporto di collaborazione.

A portare i saluti dell’amministrazione comunale è stato il vice sindaco Massimiliano Grasso che ha promesso un maggiore impegno per il sito archeologico di Aquae Tauri.

“Nel 2016 pubblicammo il primo quaderno di Aquae Tauri – ha ricordato il presidente Ciancarini – legato alle prime due campagne per la ripulitura del sito. Il nostro impegno prosegue con i progetti per il consolidamento e la salvaguardia del Calidarium, il supporto agli scavi delle università di Bologna e Roma e l’annuale ripulitura del sito. Parlando di archeologica non potevamo che partire dal padre dell’archeologia civitavecchiese nel Novecento”.

Fu infatti Bastianelli a dare vita al Museo civico salvandolo poi dalle distruzioni della guerra e nascondendo alcuni reperti alla Terme per preservarli da bombardamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui