Sull'alternanza didattica a distanza e in presenza in settimana nuovo incontro tra sindaco e dirigenti scolastici

Arena: “L’ingresso scaglionato dalle 9? Non è la giusta soluzione per le scuole di Viterbo”

110
giovanni arena

Come anticipato ieri, stamani il sindaco Giovanni Arena si è confrontato con i cinque dirigenti scolastici degli istituti superiori del comune di Viterbo.

“Grande disponibilità da parte loro e da parte del dirigente provinciale scolastico Daniele Peroni. – sottolinea il primo cittadino di Viterbo – Ringrazio anche il presidente della Provincia Nocchi che aveva assicurato la sua presenza, ma per un’emergenza legata a un caso Covid nel suo comune non ha potuto partecipare”.

Arena definisce l’incontro proficuo avendo “messo in evidenza alcuni aspetti, anche a seguito del Dpcm di ieri. Alcuni degli istituti stanno già garantendo agli studenti l’alternanza tra attività didattica in presenza e a distanza, seppur con modalità differenti, anche in base agli spazi e alle superfici delle aule a disposizione”.

“Prima di decidere quanto e se incrementare tale alternanza, e prima di valutare modalità diverse di ingresso e uscita dagli istituti, è necessario – sottolinea – attendere la circolare esplicativa di quanto riportato nel Dpcm di ieri, che dovrebbe arrivare entro un paio di giorni. Su una cosa però non ci sono dubbi: l’ingresso scaglionato a partire dalle ore 9 non risulta essere la soluzione”. “Perlomeno – rimarca il sindaco – non risulta esserlo a Viterbo. Qui non ci sono mezzi che passano ogni dieci minuti, come ad esempio la metro nelle grandi città. A Viterbo i ragazzi dai paesi arrivano con gli autobus. I mezzi di trasporto sono pochi e altrettanto limitate sono le corse che collegano i comuni della provincia alla nostra città. Consentire l’ingresso degli studenti alle 9 significherebbe aggravare la situazione e aumentare la concentrazione dei ragazzi fuori gli istituti o in altri luoghi, in attesa dell’ingresso. Ed è proprio fuori il problema maggiore dei contagi”.

In settimana, appena i dirigenti scolastici riceveranno la circolare esplicativa del decreto “ci aggiorneremo per concordare e condividere decisioni e azioni per la sicurezza dei nostri ragazzi”.

Al momento negli istituti viterbesi si registrano una cinquantina di casi di contagio tra gli studenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui