Arrestati due cittadini afghani per furto aggravato: rompevano i finestrini delle auto e rubavano all’interno

370

ROMA – Nella notte i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro, hanno arrestato due cittadini afghani, entrambi 31enni, nella Capitale senza fissa dimora e già conosciuti alle forze dell’ordine.

Uno dei due è stato notato dai militari in atteggiamento sospetto, mentre si guardava intorno, lungo la Circonvallazione Gianicolense, nei pressi di alcune auto in sosta. Poco dopo, ecco spuntare il complice che, “armato” di un martelletto frangivetro simile a quelli presenti sui mezzi pubblici, ha mandato in frantumi il finestrino di un veicolo in sosta per rubare dall’abitacolo una cassa acustica bluetooth del valore di 80 euro.

I ladri sono stati immediatamente fermati e portati in caserma in attesa del rito direttissimo, durante il quale saranno chiamati a rispondere di furto aggravato in concorso.

La refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

1 commento

  1. Fuggono dalla guerra poveracci; fuggono dalla fame poveracci; fuggono dai talebani poveracci…., ma già quanto rompono, e non solo i vetri. Siamo la pattumiera d’Europa!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui