Era il numero 2 tra i 100 più ricercati dopo Matteo Messino Denaro

Arrestato in Brasile il boss Rocco Morabito

133

È stato catturato in Brasile dai Carabinieri del Ros il superboss della ‘ndrangheta e narcotrafficante Rocco Morabito, numero due tra i 100 più ricercati dopo il boss di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro. Insieme a lui è stato arrestato anche il pericoloso latitante Vincenzo Pasquino.

I carabinieri del Ros erano sulle sue tracce dal 2019, quando Morabito era riuscito a evadere insieme ad altri tre detenuti dalla terrazza del carcere uruguagio “Central” sito a Montevideo, forse grazie all’aiuto di membri del clan Bellocco residenti tra Buenos Aires e Montevideo. Da allora Morabito, principale punto di riferimento dei cartelli del narcotraffico, era diventato il numero due tra i latitanti più ricercati, secondo, come detto, solo al capo di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro.

Gli investigatori hanno lo hanno braccato per praticamente tutto il Sudamerica, catturandolo a San Paolo, dove è stato arrestato insieme a Vincenzo Pasquino. 

Dopo 23 anni di latitanza, Morabito era stato catturato a Montevideo il 4 settembre 2017 in un’operazione eseguita dalla polizia uruguaiana insieme a un esperto per la Sicurezza del Dipartimento della Pubblica Sicurezza di Buenos Aires.

Grazie alla banca dati dell’Interpol, in cui sono stati incrociati i dati dello SCIP (Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza) e della polizia brasiliana, si era riscontrato che il soggetto era sotto un mandato d’arresto internazionale emesso dalla Procura di Reggio Calabria. Il 29 marzo 2019 il tribunale di appello in Uruguay ne autorizzò l’estradizione per l’Italia.

L’evasione del boss era avvenuta il 24 giugno del 2019, insieme ad altri tre detenuti (Leonardo Abel Sinopoli Azcoaga, Matias Sebastián Acosta González e Bruno Ezequiel Díaz) dalla terrazza del carcere “Central” di Montevideo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui