Arrestato in flagranza di reato gli basta chiedere scusa per essere rimesso in libertà

Preso in flagranza di reato e reo confesso, viene comunque scarcerato dal giudice. A.P. cinquantanove anni, ex agente di polizia penitenziaria originario di Vignanello.

751

Preso in flagranza di reato e reo confesso, viene comunque scarcerato dal giudice.

Inspiegabile, al giudizio dei comuni cittadini, il fatto che si è verificato ieri sera a Gallese.

A.P. cinquantanove anni, ex agente di polizia penitenziaria originario di Vignanello, ė stato arrestato in flagranza di reato in piena notte da una pattuglia del Nucleo Radiomobile di Civita Castellana nelle campagne di Gallese.

I militari, intervenuti su segnalazione di una persona che aveva notato nel buio dei movimenti sospetti, hanno rintracciato l’uomo che stava tentando di allontanarsi a bordo della propria auto dopo essersi introdotto furtivamente in un appartamento isolato del paese forzando una finestra.

All’interno della macchina, i carabinieri, dopo la perquisizione, hanno rinvenuto la refurtiva sottratta nell’abitazione ed immediatamente tradotto l’uomo davanti al GIP di Viterbo, la  dr.ssa Massini.

E’ a questo punto che il finale della vicenda si fa amaro: davanti al giudice con rito direttissimo, all’uomo, difeso dall’ avvocato De Santis è bastato chiedere scusa e dirsi pentito per essere scarcerato.

Il giudice infatti, riconoscendo la lieve entità del fatto, ha così deciso di non convalidare l’arresto e rimettere l’uomo in libertà senza alcuna misura a suo carico.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui