Arriva Casa Civita: nuove chances per la “città che muore”

E' nata "Casa Civita", una società completamente partecipata dal comune di Bagnoregio che gestirà a 360 gradi tutto quel che concerne il turismo.

348
bagnoregio-civita
Come avevamo ampiamente anticipato nell’intervista al sindaco Francesco Bigiotti di quattro giorni fa, è felicemente nata “Casa Civita”, una società completamente partecipata dal comune di Bagnoregio che gestirà a 360 gradi tutto quel che concerne il turismo: manifestazioni, trasporti e cultura. Il primo cittadino prevede risparmi per circa 150 mila euro nei costi che fino a oggi erano legati a società terze.
Allo stesso tempo, il sindaco diventato simbolo della rinascita della “città che muore” prevede ricavi pari a 750mila euro, tutti derivanti dalle nuove attività delle quali si occuperà “Casa Civita”. Tra le novità, da sottolineare che verrà avviato il nuovo servizio di trasporto turistico che collegherà – inizialmente – Bagnoregio a Orvieto e Viterbo, per poi estendersi fino a toccare anche la Toscana. Una rete utilissima, che sarà via via sempre più capillare e che avrà il compito di superare i problemi e i disagi riscontrati dai turisti.
Sono solo alcuni esempi di quello che la società si appresta a organizzare per dare ulteriore linfa vitale a Civita di Bagnoregio. Per il suo varo ufficiale – tuttavia – si dovrà naturalmente attendere il prossimo consiglio comunale, uno degli ultimi ai quali parteciperà Francesco Bigiotti i qualità di sindaco, ormai giunto al termine del suo secondo mandato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui