Il cinque per mille 2020 di Solidalia

Arrivano i buoni acquisto Solidalia Onlus

109

TUSCANIA- “Siamo abituati a vedere spot pubblicitari dove si richiede di devolvere il cinque per mille a una realtà o all’altra attraverso la scelta consentita sulla dichiarazione dei redditi; più raramente leggiamo qualcosa sulla reale destinazione di quei fondi devoluti.

L’associazione Solidalia Onlus di Tuscania desidera invece, anche quest’anno, informare il territorio su quella che è stata esattamente la destinazione dell’introito incassato nel 2020 come cinque per mille; un importo complessivo di euro 903,20.

Oltre il 66% del cinque per mille di Solidalia Onlus, precisamente 610 euro, quest’anno si è trasformato in “buoni acquisto” da spendere presso il supermercato Emi di Tuscania, donati e quindi consegnati nelle mani della Caritas locale, per sostenere le famiglie più fragili del territorio nelle spese alimentari del periodo natalizio fino a tutto il 31 dicembre 2020.

“Solo un piccolo sostegno – dicono i responsabili di Solidalia Onlus – in questo difficile periodo avremmo voluto fare molto di più ma siamo contenti e ringraziamo comunque quei benemeriti cittadini che ripongono fiducia da molti anni sulla nostra associazione e vi destinano il 5 per mille della loro dichiarazione dei redditi, senza clamore ma anche senza sostenere costo alcuno”.

I buoni acquisti di Solidalia Onlus verranno consegnati nei giorni successivi al Natale nelle mani di quanti in Caritas si conosce aver maggiore necessità di un sostegno in questo difficile periodo e/o anche trasformati direttamente dalla Caritas in beni per una più capillare distribuzione degli alimenti.

Il Covid-19 ha investito anche il territorio di Tuscania con una crisi di lavoro, commerciale, economica e finanziaria senza precedenti ed ogni piccolo sforzo nella direzione di aiutare gli altri meno fortunati è sempre gradito e prezioso per tutta la comunità.

Il rimanente 33% del cinque per mille di Solidalia Onlus, esattamente trecento 300 euro, è andato alla parrocchia di Tuscania per sostenere le spese correnti degli spazi dedicati alle attività oratoriali per la realizzazione dei musical, Santo Pio è stato l’ultimo grande lavoro presentato, con l’auspicio che il 2021 possa rappresentare l’anno della ripresa delle attività e anzi l’anno che vedrà sbocciare e moltiplicarsi le sinergie cittadine per un oratorio tuscaniese fulcro della crescita sana dei giovani nostrani”.

Solidalia Onlus

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui