Arrivano i giorni della “merla”. Da dove viene il nome del periodo più freddo dell’anno?

Molti nomi portano con se una storia. Qual'è quella dietro ai "giorni della merla"?

411

Narra una leggenda che, quando gennaio aveva 28 giorni, una merla aveva avuto una nidiata prematura e, preoccupata, si era recata presso questo mese, pregandolo di non eccedere con il freddo, perché temeva per la vita dei suoi piccoli.

Gennaio promise che avrebbe fatto il buono, ma poi però, si ricordò che non poteva tradire la sua missione, e non mantenne la promessa seguitando a mandare freddo e gelo a volontà. La merla che, malgrado il freddo, aveva salvato i suoi merlotti, il giorno 28 (ultimo del mese), uscì con i piccoli dal nido e derise gennaio: “Vedi caro Gennaio, malgrado la tua cattiveria, noi siamo tutti qui”. Il mese non gradì e ci rimase molto male. Allora, come una furia, andò da Febbraio e si fece prestare tre giorni, 29, 30, e 31. Da quel momento mandò un freddo terribile, mai visto e mai sentito prima. La merla per salvarsi, fu costretta a rifugiarsi con i suoi piccoli in un comignolo fumante.

Si salvarono tutti, ma da quel giorno le loro piume bianche diventarono nere come il carbone, e Gennaio che non restituì più quei giorni a Febbraio, ebbe tre giorni in più, appunto quelli della merla e del gran freddo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui